ciao cari colleghi!

il primo agosto del 2000 era il mio primo giorno di lavoro qui. sono arrivata con un vestitino bianco a fiorellini neri ricamati sul bordo, scarpette basse rosse e borsettinetta in tinta. oggi 7 anni dopo ultimo mio giorno di questo lavoro mi sento completamente diversa in tutto. e contenta di esser diventata così: coi tacchi alti e le scarpe d’oro in tinta con la borsa, maglietta scollacciata e gonna che sale oltre. grazie a chi ha collaborato alla mia creazione in ordine vario: la lu e i suoi svarioni acutissimi, enrica con le parole non dette e la penna verde, fabi grazie per i tacchi!, egle dei viaggi, dei miracoli e delle litigate, clara dei vini bonton, titti, max che canta e dipinge, l’orrido baracino, luchino, fede in bicicletta nelle valli del natisone, silvano e le sue calde notti, laura e il tappeto aggiustato, sonia e i libri da bambini per grandi, defonzis, chiarinetta bella che mi fa sorprese e che tanto i capelli se li taglia comunque, lisa la mia lisa, lea che menomale che lavora qui altrimenti chissà se la conoscevo, la strega delucesca che le prende tutte, michi dell’amministrazione, lu dell’amministrazione, la robi che è a bologna adesso, catia ritrovata, enrico col maggiolone, silvia e quanto mi ha ospitato!, ale con le battutine sagaci, mia che mi ha portata in costa rica e poi si è fidanzata, cinzia che non ho mai inquadrato bene ma mi sa che è ben inquadrata :), elena e i suoi viaggi, la stella di michela coi gioielli della sorellina e i mascara che fanno male agli occhi, elena e filippo e tommaso, michela per l’ispirazione al taglio da marines, andrea b. per le serate al cinema e i suoni dei violini, valentina per le notti passate a parlare di pavese, francesca per i gioielli da regina di saba, angelica per i caffè e i sorrisini, paolo b. per i risotti e il vino in soffitta, cristiano per le consulenze informatiche e non solo, dona per i ciao dona ciao dona, gigi che all’inizio non potevo sopportare, gabriele e la litigata mondiale, mari e il suo primo regalo di natale per diventare "dida che t..oe", edo guardato con un sospiro, benedetta che mi da soddisfazioni, laura e i suoi i cinghiali distruttori di Y10, la mangi per le sfilate quotidiane, karen per hallo kitty, michele perchè è il mio guru e maestro di tutti i tanghi, la dottoressadania, il mouse a sinistra di valeria, chi alscia la carta igienica sul davanzale e piove, chi ha lasciato pulito il bagno come un cesso dell’autogrill di verona nord, i segreti di pulcinella dell’ufficio, carmen per la cucina sicula e gli scontri tra titani a livello di scarpe..

grazie

15 thoughts on “ciao cari colleghi!

  1. Non sono un collega ma, come hai detto tu, ho assistito al tuo ingresso nella centrifuga che ti ha così cambiata e ora sono testimone della tua uscita. Dalla porta principale, a testa alta, dispensando cenni di saluto da principessa quale tu sei. Ho vissuto i momenti di gioia, e offerto la spalla nei momenti di sconforto. Sopportato :) le notti che tanto ti hanno turbato, osservato fiero i progressi e le soddisfazioni professionali che hanno contraddistinto il tuo cammino. Ora sono qua a fare il tifo per te che intraprendi questa nuova avventura.
    La H. ha perso una colonna portante, giovani generazioni friulane se ne arricchiscono. ;).
    Un bacio, Steve.

  2. Ho ricevuto questo da parte del Sig. Mouse.

    Ciao a tutti. Sono un MOUSE. Non un MOUSE qualunque. Sono il MOUSE della DIDA.
    Quallo che ieri era racchiuso nella sua mano destra? Ricordate ? Bene.
    Un po’ son triste a sapere che la Dida ha cambiato lavoro, ma un po’ sono felice. Io che per 7 anni ho abitato nella sua mano posso dirlo : è veramente morbida e sa di vaniglia! Mi ha usato (lei non direbbe così, lei direbbe “utilizzato”) per aprire finestre e chiudere questioni. A volte mi ha sbattuto un po’ ma non era quasi mai per colpa sua! Che colpa ne ha lei se a volte tutti sembrano coalizzati per farla imbestialire! Dal mio punto di osservazione privilegiato, ho potuto leggere tutto quello che ha scritto ma anche quello ha scritto e poi ha cancellato senza essere inviato. Eehhh se sapeste … Son stato testimone di notti insonni ed irritate nelle quali mi avrebbe scaraventato sul muro, altre invece in cui si sentiva che era ispirata e con movimenti leggeri mi promuoveva al rango di pennello e con me dipingeva quadri di parole. Eh si, dietro ogni grande scrittrice come lei, c’è sempre un MOUSE come me. E che ne sapete voi di cosa significa essere il MOUSE di una come lei. Lei non si accontenta mica. Non puoi essere solo un MOUSE. Devi esserle all’altezza. Devi assecondarla quando clicka un po’ frenetica perché, sembra nervosa, in realtà sente l’urgenza del momento. Mattine e pomeriggi e notti passati insieme. Che ne sapete voi ? A volte spigolosa, quasi antipatica, poi dolce, raffinata, dettagliata, mai per caso, a volte ho udito dei sospiri a volte, dopo aver sentito chiudere la chiamata, ho percepito una parola che finiva con …ULO, altre volte … ONZO. A volte tutte e due! Strane parole. Certi giorni mi faceva roteare in modo lento ma deciso e poi parlava di balli e di due amiche. Avvicinatevi. Ssshhh. Avvicinatevi che non posso mica urlarle ‘ste cose … una delle sue amica che balla con lei, pare faccia un mestiere non proprio lecito. La chiama la zoccola. Me lei le adora queste amiche e se deve esser senza loro, allora lei non balla. Devo dire poi che ho molti bei ricordi con lei, i compleanni e le feste passati insieme, aver condiviso la scrivania con le sue cose, il cellulare, la borsetta (e che borsette!! lo sapete no ?). Insomma … grazie dd. Per aver creato con un MOUSE una fabbrica di sogni.
    Ma ora basta sennò mi commuovo. Insomma, sarò pure un sentimentale ma una mano come la sua sarà difficile trovarla ancora.
    Già sento un po’ di nostalgia di quella mano morbida. Che sa di vaniglia.

    Firmato
    Il MOUSE di dd.

  3. Sono sempre belli questi consuntivi!
    Anch’io, quando ho lasciato il mio vecchio lavoro, ho considerato com’ero all’arrivo e com’ero diventata dopo sei anni… il percorso non era stato sempre splendido, ma il risultato non lo cambierei in nulla!!!
    Buona fortuna per la prossima esperienza!

  4. entro in ufficio pensando che turno avrai…e che umore avrai…e se potrò dirti le mie scemate senza farti incazzare…se potrò chiederti come è andato il we o se dovrò starmene zitta indovinando l’umoraccio…be’ qualche vantaggio a non averti qui c’è…

    ladinamica

  5. Posso dirti io grazie?!?
    Sono rimasta sempre in disparte.. all’inizio ti studiavo, cercavo di capire se potevo confrontarmi con il tuo mondo..poi un dì mi ha fregato di mano un bollino (io avevo temporeggiato nella presa..).. cosa potevo pensare??
    Ed è arrivato il blog. Ora ti leggo e, fino a venerdì, ti guardavo arrivare in ufficio e cercavo nel tuo sguardo le stesse emozioni che avevi trasmesso in quelle poche parole.. e devo dire che ti ritrovavo, così ho imparato a conoscerti… non ho mai detto niente, ma lo faccio: grazie a te!! X tutte le emozioni, x i silenzi, x i colori .. e finalmente ti posso dire “in bocca al lupo per questa nuova esperienza”!!!
    La marines..
    p.s. ti prego, maestra dida, usare la penna verde in questo post.. non ero molto brava nella scrittura dei testi..

  6. @bmr: e dopo 7 anni sei ancora qui anche tu!

    @Hannibal2: e ora forgerò giovani menti!

    @Bellailee, @evenevil, @farolit, @fatamatta: grazie! :D

    @chi@, la dinamica, la marines.. e tutte quelle che hanno letto: ALLA FINE MI AVETE FATTA PIANGERE!!! :)

    dd.

    @il mouse di dd. : mi arrivano mail: ma chi è il mouse di dd. ;)

  7. Che bel commiato. Invidio un po’ quelli che sono nel tuo ‘grazie’, ci vorrei essere pure io li dentro.Questo post – che pur non mi riguarda – mi lascia quasi nostalgico dei momenti non trascorsi insieme in ufficio, visto che non ho la più pallida idea di dove sia il tuo ufficio e di chi tu sia.Ma si vede, si percepisce, che varrebbe la pena di conoscerti di persona, di averci lavorato in quell’ufficio e di aver goduto o subito i tuoi umori. Ma questo non è possibile: è il limite intrinseco del blog: tutto così virtualmente vero, tutto così realmente distante.In bocca al lupo per il tuo nuovo lavoro.

  8. Tu nn sai quante volte io abbia già riletto questo tuo post dal giorno in cui te ne sei andata da “Lì”…
    sai, però, la mia commozione in quel pomeriggio…
    sai la mia felicità nel capire quasi ogni riferimento nei tuoi saluti ai colleghi…
    sai BENE quanto mi manchi il contatto quotidiano con te…
    ma soprattutto sai quanta gioia io provi x la tua “svolta”!
    un abbraccio forte,*!
    B.

  9. fortunata ad aver costruito tanti bei rapporti…io quando me ne andrò da qua, dovessi mai compilare una simile lista..beh non ci sarebbero cosi tante persone !
    scusa l’intrusione !

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...