che tristezza…

bhutto benazir

Tutto nel mondo sta dando risposte, quel che tarda è il tempo delle domande.

josè saramago

Annunci

23 thoughts on “che tristezza…

  1. io sono basita, ma come si può lasciare commenti di auguri su questo post? basterebbe prestare un minimo di attenzione su dovevengono collocati i commenti e non lasciare auguri seriali in giro.
    forse la foto non dice nulla -a qualcuno-, probabilmente non interessa la cosa, l’evento, il dramma, la tristezza, l’impotenza che si prova, la persona coraggiosa che hanno massacrato, probabilmente un evento che non tocca la sfera personale non è degno di nota, non riguarda, non impatta minimamente sul vivere. non cancello commenti. li lascio li. come monito. pare evidente a tutti, mi sembra, dai commenti e dai miei post, che non siamo tutti uguali e non apparteniamo tutti allo stesso club. io so benissimo qual è il mio e quali sono i miei affiliati.

    dd.

  2. E Saramago ha sempre ragione. Anche a me e’ venuto in mente un suo brano. Il finale di “Cecita’”. Le icone con gli occhi sfregiati in un mondo di ciechi.

    Donna regale e impavida, umile e determinata. Piu’ semplicemente, una donna.

  3. Ti capisco, nel senso che io ho fatto un post appena è successo e praticamente mi ha commentato solo una persona.
    Quasi sicuramente a pochi dice qualcosa la foto, ancora meno l’evento. Figurati, nelle feste…invece è una cosa grave, triste e si perde una figura insostituibile. Anche di più della Gandhi.
    Tristezza infinita che tutto ciò debba continuare a succedere e che noi si debba assistere impotenti.

  4. “Siamo tutti americani” disse qualcuno l’indomani dell’undicisettembre. Oggi forse si dirà “siamo tutti pakistani”. Io credo che, noi occidentali, dovremo dire : “siamo tutti responsabili”. Su RaiNews24 andavano le immagini dal disastro compiuto dalla bomba e l’amministrazione americana diceva che “se confermato, è una vera tragedia”. Dopo 15 minuti, però, Al Qaeda era già stata individuata come responsabile dell’attentato e addirittura il TG2 ci spiegava che Al Zawahiri, il numero 2 di Al Qaeda specificando – numero 2 dopo Bin Laden- aveva rivendicato l’attentato. Ora, ovviamente, è il momento del silenzio per rispetto a chi è morto ma una riflessione va fatta. Quando era calda la guerra tra IRAN e IRAQ, gli occidentali hanno appoggiato incondizionatamente il regime Iracheno fino a fargli credere di essere un interlocutore privilegiato, qualcuno a cui era consentito tutto, addirittura annettersi il Kuwait nel 1991. Dopo l’invasione sovietica dell’Afghanistan, l’occidente ha appoggiato le milizie mujahideen che dopo, ma solo dopo, si scoprì essere la base del regime Taleban. E per combattere i Taleban l’occidente si è alleato a tutti quelli che ci stavano. Pure con il Pakistan guidato da un militare golpista, un dittatore alla guida di una nazione poverissima ma con l’arma atomica. La Bhutto aveva lanciato l’allarme per la sua vita fin dal suo rientro dall’esilio. Un attentato con più di 100 morti aveva preceduto questo atto finale.

    E l’occidente cosa ha fatto? Quali misure sono state prese per favorire l’azione politica della Bhutto? Oltre alle vuote dichiarazioni di “appoggio” cosa abbiamo fatto come occidentali? Era possibile aiutare la Bhutto senza inimicarsi “l’amico” ex militare oggi al potere? E non aver protetto la Bhutto non espone l’intero mondo ad una grave crisi? Se in Pakistan scoppierà una guerra civile, chi siederà nella sala dei bottoni delle armi atomiche?

    Viviamo nell’occidente dei consumi, del natale in pelliccia a udire gli auguri in 947 lingue di Benedettodecimosesto, di operai morti ustionati senza nemmeno l’indignazione postuma.

    Non mi stupisce quindi l’indifferenza della “gente”. Dovremo manifestare la nostra indignazione per un atto violento e orribile. Ma anche indignazione per l’incapacità del nostro schieramento geopolitico di fare qualcosa che non sia altrettanto rivoltante. Chi sarà il prossimo impresentabile alleato? E chi la prossima vittima?

    Così, SIAMO TUTTI RESPONSABILI

    f.

  5. è veramente così deludente – per me, lettore – questo conformismo retorico da rainews24…

    ho sempre la sensazione che sia troppo comodo dispensare comandamenti morali da una poltrona.

    però so però di essere fuori sintonia con quasi tutti e perciò mi scuso e tolgo subitissimo il disturbo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...