sono una stronzissima snob culturale

martedì. di martedì pranzo a scuola con la mia truppa. si mangia da schifo. e quindo di solito mi faccio un cenino speciale. stasera son andata a prendere qualche animalino acquatico senza zampe, me lo son curata per bene, sempre care tanghiche al grido di non si mettono le mani nel culo ai pesci per chiunque, e aspetto di buttarlo sulla graticola come un san lorenzo gastronomico. rientro a scuola buono. gli elementi che amo delle classi corrispondono il mio amore. abbracci e maestra mi sei tanto mancata. durante le vacanze la voce è dilagata… fino al 24 agosto lavoravo per una banca e questa è la mia prima consistente esperienza a scuola (salvo pochissimi gg di supplenza anni e anni fa). i genitori non hanno -ancora- manifestato nulla. le colleghe -quelle che stanno li da anni a far le maestre- che mi vedono lavorare mi hanno tranquillizzata. delle mie colleghe di modulo non ho stima e francamente non m’importa nulla di una persona che non ha neanche idea della differenza fra horus e giove (dimostrato oggi) o per lo meno dell’esistenza della giornata della memoria (non fatemi commentare) e deve insegnare ai bambini. dopo questi primi mesi son contenta. insegno. e mi piace. mi dicono che è l’entusiasmo dell’inizio, la non abitudine ai bambini. forse. son contenta di entrare in classe con le cose che ho visto, e letto fino adesso, con le mie esperienza, con i miei viaggi e con la spilla di peggy sul bavero del cappotto. anche la mia gomma, nel mio astuccio della naj-oleari ha i suoi occhiali stampati sopra. a dieci anni LORO hanno già sentito nominare peggy, il barbiere di siviglia, dante, i detti in latino, anarchia, morti sul lavoro, tyssen, inquinamento a napoli e mi fanno morire quando entrano in classe felici e saltanti raccontandomi che vedendo il miliardario hanno risposto da soli a qualche domanda, perchè ce l’avevi detto tu maestra. le mie colleghe, quando ho fatto una battuta per il mio essere l’ultima diletta amante di peggy (hanno notato pure loro la spilletta sul bavero del mio fantastico cappottino nuovo, scelto dal mio personal shopper) hanno cercato di nascondere il punto di domanda che usciva loro dalla bocca. sono una stronzissima snob culturale. non avendone diritto? non lo metto in dubbio ma è questione di riferimenti. mi sento bene in questa maestra dida che un pò alla volta capisce quali sono le dinamiche dell’insegnamento, ci sono alcune colleghe preziose. solo alcune, ma ci sono. probabilmente quelle più simili a me che mi danno dritte sul come, ma non sul cosa dire. riporto tutto alla realtà tangibile di tutti i giorni, son pronta a raccogliere qualsiasi stimolo mi diano i bambini nelle classi, senza paura di cambiare all’ultimo minuto la programmazione della giornata, per seguire un discorso che costruiscono loro e mi rendo conto di esser a volte solo qualcosa su cui l’edera si attacca, ed è una gran bella sensazione. sentire come ti cercano quando non son sicuri di una cosa, o saper rispondere quasi sempre alle cose che chiedono, discutere sulle motivazioni del mio non-femminismo con una prossima volitiva acutissima emma bonino dà delle soddisfazioni. a me. a lei. che però è tanto dispiaciuta del mio non perorare la sua causa.

Annunci

15 thoughts on “sono una stronzissima snob culturale

  1. ma lo sai che quando andavo alle elementari era proprio il martedì che si mangiavano delle polpette da schifo, al refettorio?
    Dev’essere un giorno maledetto fin dagli anni Ottanta.

  2. Fabiettinetto : “Roxy posso farti una domanda?”
    Roxy : “ … certo … ”
    Fabiettinetto : “come mai le mani della maestra DIDA sanno una di VANIGLIA e una di PESCE?”
    Roxy : “ … perché hanno il profumo della gioia di vivere … ””
    Fabiettinetto : “… ah …”
    Roxy : “ … e tu conosci il detto – se combattiamo periremo. Se non combattiamo periremo. Dunque combattiamo- …? ”
    Fabiettinetto : “… Tai Ping?”
    Roxy : “ … no … Roxy alla maestra DIDA come esempio di divagazione diacronica … ”
    Fabiettinetto : “…”
    Roxy : “ … oggi mi sento così Snob Culturale … ”
    Fabiettinetto : “… devo ricordarmi di chiedere alla maestra DIDA il significato della parola DIVAGAZIONE”
    Roxy : “ …”

  3. graziosimma dida,
    per la limitata e superficiale conososcenza che ho di te non sono in grado di valutare se tu sia o meno una stronzissima snob culturale, ma mi pare di capire quanto tu possa essere una brava Maestra (emme maiuscola).
    per contro posso assicurtarti che tu non saresti mai stata una brava bancaria (e qui me ne intendo) in quanto troppo estroversa, troppo intellettuale e fors’anche troppo sicura di questi tuoi valori.

    ti sia di consolazione: io di personal shopper ne ho ben due.
    chapeau!

  4. Evviva l’essere Stronzissimi Snob Culturali! E visto che E. qua non mi sente, ripropongo il mio credo: è ora di reinstaurare l’oligarchia.
    J.

  5. TAH..DAH..ti ho scoperto!! non sei antifemminista. sei mooolto più femminista della bonino. fare della femmina un essere invidiabile. questo è femminismo. non la clonazione degli aspetti più stronzi (woops..sorry) dell’essere maschio.
    look out..look out..the candyman…

  6. Madonna Friulana,
    ebbene sì! confermiamo voi fate delle femmine degli esseri invidiabili, ma vi sia di consolazione non siete in buona compagnia.
    Ci prostiamo e vi baciamo il tatuaggio.

  7. in riferimento a #9: direi di si. l’orgoglio, l’ironia, la gioia dell’essere femmina che traspare dai tuoi post è “pura vida”. va al di la del rivendicazionismo. non chiede di esistere. esiste in quanto tale. potrei imbarcarmi in un lungo discorso. mi limito solo a dirti che se la femmina è il sole e il maschio la terra, il tuo è un vero e proprio sistema copernicano. la bonino forse è ancora a tolomeo.
    besos

  8. @ulisse: snob peggy moderna! mi mancano solo i miliardi :D

    @giacomino: la mensa è una fetenzia. ma pare che sia io ad esser troppo ben abituata perchè le altre son tutte contente :/

    @ferlinghetti, @beppeperditempo, @FransBCocq, @alealoni: tesori adorati.. cosa dirvi? continuate a nutrire il mio ego famelico che di voi non è mai sazio.. merci.

    @J. oligarchia.. o didacrazia?

    dd.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...