la rubrica: la donna della domenica legge

cobra_verdeanche se è nato 1940 sembra di leggere nei suoi romanzi di una vita ottocentesca, non trovo niente che lo riporti nel mio secolo di nascita, sembra un grande vecchio. un grande vecchio viaggiatore che insegna, spiega e scrive non solo di patagonia. se poi si legge un pò della sua vita, allora si, lo si vede vivere gli anni ’60 ’70 e non del tutto gli anni ’80 e non è per niente vecchio quando muore a nizza. questo è chatwin che un pò alla volta inizio a conoscere, si è messo di mezzo quando ero già bella puntata e indirizzata verso andy (ma non tarderà ancora molto). letto il vicerè di ouidah adelphi €7.00 (1980) perchè sollecitata, solleticata, stimolata dalla visione del film (tratto) COBRA VERDE (1988) di werner herzog con klaus kinski che non mi ha mollata un secondo col suo ghigno per tutta la lettura del libro. il titolo del film non c’entra nulla col libro ma per il resto è stato centrato il bersaglio: una superba resa in video delle pagine. un mercenario avventuriero dal brasile alle coste africane per commerciare schiavi. da divertirsi con gli extra del dvd con un kinski indemoniato e sopportato -con cristiana devozione- da herzog. sempre di herzog del 1999 è kinski, il mio nemico più caro che vedrò di recuperare al più presto, spinta dalla brama di metter il naso in un rapporto così viscerale. 

amore_sopravvalutatoaltra cosa invece è il consiglio che ha dato luca sofri (difficile che consigli brutte cose) giovedì pomeriggio e che mi son scaraventata in libreria a prendere: l’amore è sopravvalutato di brigitte giraud ed. guanda. che si può esser anche vero.. ma se avete 10 euro e non sapete cosa farne.. dateli in beneficenza, e non in beneficenza a questa brigitte. son undici racconti su rapporti che finiscono, risolve in poche pagine solo il momento del distacco, vale a dire quando lui/lei mollano la baracca e si chiudono alle spalle la porta di una casa che era condivisa. niente di che. chissà perchè poi ha messo nel mezzo un racconto sulla morte di marie trintignant, ricordate? massacrata dal tizio dei noir désir a vilnius. certo che uno che canta in un gruppo con un nome del genere…vabbè io poi dovrei star solo zitta, visti i nomi [a buon intenditor..]

Annunci

5 thoughts on “la rubrica: la donna della domenica legge

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...