la donna della domenica faceva meglio a non leggere il libro.. i cartelloni pubblicitari SI [BRIXTON BOP di geoff dyer]

brixton_bopBRIXTON BOP di geoff dyer ed. instar libri 1998 € 14.46 (su ibs.t sempre a metà) questo è uno dei pochissimi libri che, nonostante l’abbia finito non mi ha detto assolutamente nulla. non ha trama, ma solo pagine riempite da una vita abbastanza sprecata di un gruppo di amici che cerca di sopravvivere nella londra di metà anni ’80 senza farsi massacrare di botte da disperati in cerca di poche streline. si legge di firme per sussidi di disoccupazione e lavoretti indispensabili per tracannarsi birre davanti a tramonti rosso fuoco sul tetto del proprio palazzo. se vogliamo, un friends su carta molto più triste, povero e svuotato di ironia. pagine noiose e -poco- farcite da musica che si vuol far considerare dal lettore colta e incompatibile con l’essenza dei personaggi. ma non riesce nemmeno in questo. c’è da dire però, che questo libercolo è stato letto immediatamente dopo la conclusione gloriosa del superbo roth e la sua assoluta pastorale americana. 

pg. 141 -come mai ha gli occhiali?-  -ieri notte si è fermato a dormire da me, ma non aveva il contenitore delle lenti. csì senza avvertirmi, le ha messe in un bicchiere d’acqua acqua accanto al letto. la mattina non c’erano più. me l’ero bevute durante la notte-

diario: sulla strada che faccio per andare a scuola, c’è un pannello pubblicitario vuoto. dal giorno prima del mio compleanno c’è scritto con una bomboletta spray AUG DIDI con cuoricino vicino alla prima i. in primis avevo letto AVG DIDI che sebben più cervellotico da interpretare avrebbe avuto comunque -per me- un senso visto che in questi giorni si gioca ad anagrammare nomi. ora, le persone che mi chiamano didi sono quelle della mia più intima cerchia e si contano sulle dita di una mano. avendo l’ego a livelli molto alti mi son divertita a pensare che il messaggio sia li per me, come monito a non prender per i fondelli moccia che poi le cose assumono forme inspiegabili. potrebbe ovviamente non esser li per me ma per un’altra didi. UN’ALTRA DIDI? MA VI PARE?

IMG_7547_edited

6 thoughts on “la donna della domenica faceva meglio a non leggere il libro.. i cartelloni pubblicitari SI [BRIXTON BOP di geoff dyer]

  1. Ops … Principessa spero di non averti tirato il pacco consigliando questo libro! :)
    Credo che ci sia una ragione specifica del perché non ti è piaciuto, oltre naturalmente al puro gusto letterario, ed è la seguente : Sei troppo giovane, Principessa.

    La Londra degli anni ’80, di quel MOSTRO politico che fu la Thatcher (Morrissey cantava Margaret on the Guillottine ed è tutto dire!), il suo attacco frontale allo stato sociale, fece pagare il risanamento dei conti ai ceti medio bassi. Per questo, avere un sussidio di disoccupazione, era già un risultato. I CLASH di quei tempi, scrivevano Guns of Brixton (il testo è interessante, se ti capita leggilo) e English Civil War e Know Your Rights. Gli Style Council davano quote delle loro vendite ai minatori in sciopero. Essere uno Yuppie era la massima aspirazione a cui DOVEVI tendere. Che fare, allora, in un quadro cosi desolante?

    Certo, che un libro sia ‘stagionale’ o rivolto a chi ha vissuto quei tempi non depone a favore del libro.

    La citazione di Calvino, ‘Le città Invisibili’, il dialogo tra i due, bevendo birra e cercando un futuro, in una Londra dove i punk ed il loro NO FUTURE erano il risultato politico e sociale (e musicale) di quei tempi, li ho trovati e li trovo interessanti. Non un capolavoro. Un ottimo libro su quegli anni ed i disastri che il mostro Thatcher e il suo amico Ronald Reagan hanno prodotto.

    A volte tornano. Speriamo di NO!

    :)

    f.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...