le seduzioni dell'inverno di lidia ravera

seduzioni_dell_invernoquesto è come un cioccolatino di quelli di alta, altissima pasticceria. una pasticceria piccola con pochi artigiani dentro, che fa poche cose ma tutte di gran gusto e gran classe, di una semplicità che è sempre sinonimo di competenza. un cioccolatino con una bella cartina bianca plissettata tutto intorno guarnito e farcito, quasi dipinto, da gustare con tutto il tempo che ci vuole perchè è un piacere che svanisce presto e sicuramente, per un bel pezzo, sarà l’ultimo che si troverà. perchè la pasticceria chiuderà per ferie: con questi caldi d’agosto lavorare la cioccolata non è l’ideale. LE SEDUZIONI DELL’INVERNO di lidia ravera €  14.00 edizioni nottetempo. la signora ravera l’avevo conosciuta da giovinetta, quando uno dei primi miti della mondadori era stato porci con le ali, che dopo esser stato letto dai nostri genitori è stato quasi censurato in seguito. lo leggevo di nascosto non ancora maggiorenne e quando mio padre l’ha trovato si è stupito che fosse stato ripubblicato. queste seduzioni invece sono tali non per giovinette ma per noi che un pò scafate siamo. è scritto benissimo, con le parole che girano per le pagine a descrivere umori. stefano è un separato pigro e solo. un giorno si sveglia e trova la colazione pronta e la casa rimessa in ordine. l’ex moglie milionaria gli ha prestato per quattro mesi sophie, la cameriera. all’inizio mi sembrava che sophie fosse una lontana cugina della reneè dell’eleganza del riccio. libretto delizioso davvero, pieno di rivincite dalle quali però non si esce sempre vittoriose/i. ha fatto parte della cinquina dei finalisti del premio strega 2008 vinto dalla solitudine dei numeri primi, e non voglio far ulteriore polemica.

pag. 61 " oh… fare il professore non è meglio che fare la cameriera, devi riordinare i cervelli caotici degli studenti, spazzare via le stupidaggini, provare a far attecchire due o tre pianticelle di sapere, cucinare un pò di storia della cultura in modo da non spaventare i loro palati nutriti di televisione".

Annunci

4 thoughts on “le seduzioni dell'inverno di lidia ravera

  1. Il giorno in cui il Padreterno distribuiva l’intelligenza Roberto si trovava al cinema.
    Biglietti chiese la maschera.
    – Ma io non ho la maschera! – esclamò Roberto.

    … E dopo l’off topic, il commento al post.

    Lidia Ravera mi sta cordialmente sulle palle. Comunque bisogna sempre saper discernere fra le antipatie personali e la persona che scrive. Quindi: la tua breve recensione da l’idea che questo testo possa essere accattivante. Se mi capita tra le mani provo a leggerlo, in caso contrario non lo farò.

    Buon pomeriggio e… Buone vacanze!

  2. Lidia Ravera mi fa venire in mente la direttrice dell’Appleyard college di “picnic ad hanging rock” quando, dopo la sparizione delle 4 ragazze e della loro professoressa, conversa con la professoressa di francese ricordando i bei tempi di Bournemouth. impressiona, ma non per quello per cui vorrebbe impressionare. lo leggerò. ma solo per amore verso i cioccolatini.
    ciao.
    a

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...