cose da maschiomaschio

risottovoi fanciulle andate a fare la spesa e poi date tutto in mano ad un maschiomaschio. e quando dico tutto, intendo tutto. almeno per una sera. la spesa dev’essere la seguente: una fetta di mezzo cm di lardo di colonnata -ve lo dico anche se so che avreste preso proprio quello di colonnata e non una di quelle schifezze già tagliate a cubetti al banco frigo- un grappolino di uva da tavola, meglio nera perchè fa colore, altrimenti bianca come ho fatto io ieri sera, timo, basilico, maggiorana e prezzemolo. se arrivate chez-lui con una bottiglia di refosco magari dal peduncolo rosso non farete di certo una figura orrenda e cercate di entrare in quella casa con lo sguardo di sonocappuccettorossoeillupocattivomihaquasipresa -sapendo benissimo che il lupo siete voi e siete riuscite ad entrare nella casa del povero cappuccetto rosso senza sfondare porte, ma anzi facendovele aprire e trovando di rosso non solo il cappuccetto ma anche un tappeto! il maschiomaschio farà il risotto, mentre voi vi riprenderete dalla notte paurosa che avete sfiorato per arrivare li. voi farete solo una cosa e solo se richiesta: lavate gli acini, spellateli e togliete i semini, dev’esserci alla fine circa 50 gr di uva, se volvete potete grattare il grana ma attenzione alle unghie che vi sarete premurate di laccarvi: gratì e amenità elettriche o meccaniche per il formaggio son bandite. non fatevi male perchè quando il maschiomaschio fa il risotto il mondo gli gira intorno. il lardo è affare suo: lo taglia e lo condisce con le erbette aromatiche finchè è quasi una crema. una candelina è gradita, musica che vada bene per i suoni della cucina. il risotto si sa, ne sono profondamente convinta è una cosa da maschimaschi. questo qui poi è divino! ha rosolato una cipollona ha fatto tostare il riso, finito il brodo la mantecatura va fatta con il lardo a fuoco spento, poi il grana -abbondante- e alla fine l’uva! servito bollente e fumante dopo qualche minuto di riposo. quando avrete finito di leccarvi i baffi potete anche togliervi il vestitino da cappuccetto rosso!

Annunci

13 thoughts on “cose da maschiomaschio

  1. Mi sembra di leggere una ricetta di Pepe Carvalho (c’è anche un libro che le raccoglie, “Ricette immorali” che mi hanno regalato una decina di anni fa). Si fa fatica a distinguere le indicazioni dalla pregustazione dell’opera conclusa. Cmq… mo’ me la stampo e chissà che prima o poi non ci provi!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...