il perfezionista -vita e morte di un grande chef- di rudolph chelminski

2318965le mattine dei giorni festivi hanno un altro sapore, c’è poco da fare. e di sapori oggi si parla. ho letto questo libro perchè me l’hanno praticamente piazzato una sera dopo cena, nel rifugio segreto delle principesse. ha aspettato un po’ per esser letto e ad averlo saputo l’avrei iniziato immediatamente.  il_perfezionistaIL PERFEZIONISTA vita e morte di un grande chef di rudolph chelminski ed. ponte delle grazie 2006 € 18.00 è una biografia con la B maiuscola. la vita è quella di bernard loiseau che da ragazzo assistente tuttofare in un ottimo ristorante insegue il suo sogno e diventa da grande, uno chef tre stelle. muore suicida in balia di una sindrome maniaco-depressiva nel 2003. il ristorante esiste, lo segue dominique, la seconda moglie. è ancora un 3 stelle michelin e fa parte della catena relais & chateaux, si trova a saulieu in borgogna, e  prima o poi ci andrò: a viziarmi, magari solo un giorno, ma quel giorno sarà luxe, calme et voluptè.  non sto a descrivervi il genio gastronomico di bernard, andate qui a guardare per farvi un’idea. in francia loiseau è , ancora, una celebrità:  nel film di animazione della pixar ratatouille, lo chef gusteau è esplicitamente un richiamo alla sua vita e alla sua tragica fine. il libro è godibilissimo da chiunque, di più da chi come la sottoscritta adora peccare di gola. si entra un po’ nella logica dell’inseguimento della stella michelin e quanto mi piacerebbe essere un ispettore stellato! SIGNORI DELLA MICHELIIIIN!!! ASSOLDATEMI, ISTRUITEMI E MANDATEMI SUL CAMPO! queste pagine mi hanno scatenato curiosità, voglia di sapere come funziona, quali sono le discriminanti e tutto il mondo che circonda la guida michelin, l’incognito degli ispettori e l’appartenenza a un clan che ha un gusto, appunto, massone.  per darvi un’idea della lunga mano della guida michelin: ho cercato un libro scritto appunto da un ex  ispettore, che si sbilancia e svela segreti, uscito appena qualche anno fa, non c’è in nessuna biblioteca in italia e a volerlo acquistare è di difficilissima reperibilità: se non è un boicottaggio questo!!! non vorrei peccare di superbia, ma anche si, visto che qui di peccati si parla, ma gli elementi che danno irrimediabilmente fastidio a me quando mi concedo una cena sono gli stessi detestati da un ispettore che si confessa, non penso questo si debba imparare, molto più semplicemente come ho detto mille volte, non si va a cena per nutrimento ma appunto per luxe, calme et voluptè e pertanto ci si aspetta di esser trattate con garbo, non come presa per il culo, come principesse. continuerò a giocare a fare l’ispettore, madame didì,  in attesa che i signori della guida michelin mi assoldino nel loro esclusivo, appassionante e meraviglioso mondo. bene, FINALMENTE HO CAPITO COSA VOGLIO FARE DA GRANDE.

merci monsieur bernard.

Annunci

10 thoughts on “il perfezionista -vita e morte di un grande chef- di rudolph chelminski

  1. Ciao Dida, siamo felici che la lettura de “Il perfezionista” ti abbia dato degli input per la tua attività “enogastroinvestigativa”. Parlando con gli ispettori Michelin, ti rendi conto che cmq é un lavoro abbastanza faticoso, il loro. Ogni santo giorno mangi nei ristoranti dove ti mandano…se caschi bene sei felice, se arrivi in posti da te classificati in “dove non mangiare”, sei nelle mani di Dio. Percorri migliaia di km ogni anno, rientri venerdi sera ed il lunedi via che si ricomincia.
    Consiglio la lettura di qst libro a tutti coloro che amano la buona cucina ed il “bien vivre” (il “bien vivre” é un metro di paragone, per i ristoranti, utilizzato dalla guida Guilt-Millau, altra bibbia della cucina, che classifica i ristoranti anche dal punto di vista della soddisfazione generale, oltre che dalla cucina). Scusa i pensieri gettati qui alla rinfusa, abbiamo appena finito il servizio del pranzo, ce ne sarebbero molte di altre osservazioni e considerazioni…ma il tempo é quello che é…
    A presto rileggerti…
    commissario Leoni e m.me Barbarà

  2. Ciao Dida, siamo felici che la lettura de “Il perfezionista” ti abbia dato degli input per la tua attività “enogastroinvestigativa”. Parlando con gli ispettori Michelin, ti rendi conto che cmq é un lavoro abbastanza faticoso, il loro. Ogni santo giorno mangi nei ristoranti dove ti mandano…se caschi bene sei felice, se arrivi in posti da te classificati in “dove non mangiare”, sei nelle mani di Dio. Percorri migliaia di km ogni anno, rientri venerdi sera ed il lunedi via che si ricomincia.
    Consiglio la lettura di qst libro a tutti coloro che amano la buona cucina ed il “bien vivre” (il “bien vivre” é un metro di paragone, per i ristoranti, utilizzato dalla guida Guilt-Millau, altra bibbia della cucina, che classifica i ristoranti anche dal punto di vista della soddisfazione generale, oltre che dalla cucina). Scusa i pensieri gettati qui alla rinfusa, abbiamo appena finito il servizio del pranzo, ce ne sarebbero molte di altre osservazioni e considerazioni…ma il tempo é quello che é…
    A presto rileggerti…
    commissario Leoni e m.me Barbarà

  3. Beh, potresti cominciare con il riunire tutti i tuoi post di critica culinaria nella categoria “Guidadidà”, per renderli più visibili…
    Naturalmente con le stelle segnalerai il demerito – Gelmini insegna – e l’eccellenza con i tacchi – in numero o centimetri. Chissà che col tempo qualcuno noti il tuo talento…

    Ciao Dida. Ugo

  4. Beh, potresti cominciare con il riunire tutti i tuoi post di critica culinaria nella categoria “Guidadidà”, per renderli più visibili…
    Naturalmente con le stelle segnalerai il demerito – Gelmini insegna – e l’eccellenza con i tacchi – in numero o centimetri. Chissà che col tempo qualcuno noti il tuo talento…

    Ciao Dida. Ugo

  5. Pingback: stelle, starlet e adorabili frattaglie di gaetano cappelli | dida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...