mi vergogno, vorrei esser olandese

"è pronto il decreto del governo per fare in modo che non si possa bloccare alimentazione e idratazione dei pazienti in stato vegetativo". il decreto di quello schifo di governo che abbiamo E CHE NON MI RAPPRESENTA IN NESSUNA AZIONE… è follia pura, OLTRAGGIO AL PUDORE. "interrogare familiari e amici della ragazza, per verificare la reale volontà di Eluana – come ha sempre detto il padre – di non accettare una vita vegetativa. Ricordiamo la circostanza: Eluana lo avrebbe detto ai genitori dopo la visita a un amico in coma per un incidente stradale." io lo dico qui: non vorrei mai che mi accadesse una cosa del genere. l’ho detto a tutti e lo urlo da qui. è brutto da scrivere ma l’abbiamo pensato in molti: se tutti quelli che si ostinano in questa assurda guerra avessero loro figlia in queste condizioni da 17 anni.. cosa farebbero? probabilmente l’avrebbero già portata in svizzera da 16 anni.
sono disgustata, allarmata, scandalizzata da tutta la masnada di folli ipocriti che si ostina a chiamare VITA la situazione di eluana e non lascia finire tutto.
sono con eluana e beppino englaro.
L’arcivescovo: "Lasciamola morire come Wojtyla". Una voce diversa si leva anche nella Chiesa. E’ quella dell’anziano arcivescono emerito di Foggia, Giuseppe Casale. In un’intervista a La Stampa, il prelato spiega di sentirsi "vicinissimo" al padre della ragazza e chiede di non proseguire "questo stucchevole can can", perchè l’alimentazione e l’idratazione sono assimilabili a trattamenti medici e se una cura non porta alcun beneficio può essere legittimamente interrotta". L’invito è quello di "lasciare che Eluana termini i suoi giorni senza stare a infierire – ha detto Casale – alla fine anche Giovanni Paolo II ha richiesto di non insistere con interventi terapeutici inutili". "Come cattolici – prosegue Casale – dovremmo interrompere tutto questo clamore ed essere più sereni" e invece di fare campagne, "bisognerebbe accostarsi con pietà cristiana alla decisione di un padre".

aggiornamento del 6.2.09 h 16.47 da repubblica.it  napolitano "sentenza eluana non è impugnabile. va rispettata"

questa ci annuncia poteri miracolosi: berlusconi alle 15.32 di oggi ha dichiarato "Ogni sforzo per non farla morire. Eluana potrebbe fare figli" sempre da repubblica.it

andate qua e scrivete: https://servizi.quirinale.it/webmail/

Annunci

17 thoughts on “mi vergogno, vorrei esser olandese

  1. Madonna Chiaretta,
    non possiamo che augurarvi di tutto cuore che anche la vostra vita sia serena come quella di Eluana.

    Luce del Friuli, saremo presto a chiedere la vostra mano così diverrete olandese di diritto.

  2. oh Dida,
    mi associo al tuo grido di dolore contro tutti questi cialtroni che si sono proclamati custodi della “verità vera”.
    quella verìtà che opprime i deboli e consente ai forti di fare quello che loro aggrada.
    b.

  3. mi associo al tuo disgusto di fronte a tanto accanimento… terapeutico.. ideologico… mediatico.
    Che vergogna.
    Luana

  4. @chiaretta: quella non è vita, è un involucro di ossa, muscoli e carne che si raggrinzisce ogni giorno di più con un cuore dentro che batte solo perchè un equipe medica lo permette.
    mettici al posto di Eluana tuo padre, tua madre, o un tuo amico e a quel punto, quando non potrà più agire, pensare, parlare, ridere, scherzare, piangere, cantare, gridare, lavorare, accarezzare o sorridere, ecco a quel punto dimmi se considereresti quella persona ancora viva.

  5. DIDUZZZ non avevo ancora sentito questa notizia.
    Non ho parole..
    il Papa allora si, lui ha potuto rifiutare le cure, una comune mortale, in quelle condizioni da 17 anni no! Lei no!
    E per fortuna che la legge è uguale per tutti.
    Madoo che nervoso…..

  6. l’ipocrisia nasconde sempre un malaffare.
    Che tristezza, non so cosa ci sia sotto oltre i finti cavvilli compassionevoli di questo clero marcio che spinge questo governo altrettanto marcio, ad una battaglia ad oltranza, contro questo pover uomo ormai sfinito, non so
    peraltro dove trovi la forza di andare avanti..,che forse ci siano le multinazionali farmaceutiche che sostengano l’accanimento terapeutico, visto che i malati sono un salvadanaio, a tenerli in vita a tutti i costi anche quando vita non è.
    Se si creassero dei precedenti forse sfuggerebbe di mano la faccenda, ci sarebbero sempre piu richieste, si metterebbe in discussione la famosa volontà di Dio e tante altre cose che poi si dovrebbero spiegare, che non stanno piu in piedi e la chiesa sarebbe tenuta ad dare spiegazioni con grande imbarazzo, già stanno perdendo ogni anno sempre piu fedeli e sempre meno persone hanno la vocazioni per diventare prete…
    conclusione sono tutti delle merde..

  7. il fatto in se è dolorosissimo e merita una conclusione definitiva
    (se poteva farlo il padre senza portare il caso alla cronaca…io l’avrei fatto al posto suo, anche pagando con la mia vita e andando in galera se ritenevo giusto per mia figlia evitargli quell’agonia) ma se apriamo certi spiragli mettendoli all’interno di codici allargati che di morale non hanno più niente (ricordiamoci che si fa fin troppo presto a passare dal dito al braccio) tra non molto ci faranno fuori anche se potremmo essere ancora salvati e solo perchè ci considereranno vecchi o pazzi o inutili o semplicemente perchè saremo considerati tutti delle zavorre da disfarsene in fretta e da reprimere e organi ancora buoni da rubare…stiamo ben attenti a farne di un caso unico la scintilla per mille casi di stato… siamo esseri umani e non merce di scarto…è meglio stringere che allargare le maglie che poi si slabrano e non si ricuciono più…la chiesa è l’unica che ha il compito ed il dovere di salvaguardare questo principio in senso ampio, non si può fermare guardando al singolo caso quando è di fronte al pericolo di vedere calpestata per sempre ogni forma di vita.

  8. caro utente anonimo #12,
    a nostro avviso la chiesa dovrebbe porre lo stesso impegno per il salvataggio di quei bambini che muoiono di fame nel mondo, oppure a rendere innocui i preti pedofili, ma è troppo impegnata a pubblicizzare l’otto per mille …
    Infine è da evidenziare che tutto questo clamore è riservato agli italiani, come mai?
    Or sono cinque anni ad un carissimo amico, olandese ovviamnte, recatosi all’ospedale per una visita di controllo fu dignosticato un tumore al cervello. Il giorno seguente richiese ed ottene l’eutanasia. Se ne andò senza clamori e senza intromissioni.

  9. In questi giorni sto leggendo un libro di Amin Maalouf titolato “Il periplo di Baldassare”.
    Riporto un passaggio che merita la lettura:

    Per via della mia professione e per curiosità naturale, anch’io ho letto qualche libro sulle varie religioni attuali e su quelle antiche dei romani e dei greci. E così siamo arrivati a compararne i rispettivi meriti, senza che nessuno di noi criticasse la religione dell’altro. Soltanto quando ho detto, durante lo scambio, che a mio parere uno dei precetti più belli del cristianesimo era: “Ama il tuo prossimo come te stesso”, ho notato che Maimonide ha avuto un moto di sconcerto. Siccome lo incoraggiavo in nome della nostra amicizia — e anche dei nostri dubbi comuni — a dirmi fino in fondo il suo pensiero, mi ha confessato:
    “Questa raccomandazione a prima vista sembra irreprensibile. Comunque, ancora prima di essere detta da Gesù, è presente in un contesto analogo nel Levitico, al capitolo 19. Tuttavia suscita in me alcune perplessità.”
    “Cosa le rimproveri?”
    “Considerando cosa fa la maggior parte della gente della propria vita, considerando cosa fa della propria intelligenza, non ho affatto voglia di essere amato come amano se stessi.”
    Volevo rispondergli, ma lui ha alzato una mano.
    “Aspetta, c’è una cosa che preoccupa di più, a mio avviso. Non si potrà mai impedire a certe persone di interpretare questo precetto con più arroganza che generosità: ‘Quello che è buono per te, dev’essere buono per tutti gli altri’. Se tu ritieni di possedere la verità, devi riportare sulla dritta via le pecore smarrite, e con qualsiasi mezzo: da qui i battesimi forzati che hanno dovuto subire i miei antenati a Toledo, un tempo. Quella frase, vedi, l’ho sentita più spesso dalla bocca dei lupi che da quella degli agnelli. Per questo motivo ne diffido, perdonami…”

  10. @anonimo 12: anonimo. libertà di pensiero sacrosanta. pertanto anche mia di sentirmi ancora sconvolta e per urlare ancora pi ad alta voce che quella che eluana sta conducendo da 17 anni non è vita è uno stato vegetativo. MI SENTO VIOLATA NEL MIO ESSER CITTADINA, DA UN GOVERNO CHE VUOL DECIDERE AL MIO POSTO DELLA MIA VITA E DELLA MIA MORTE. GOVERNO CHE VUOL RISOLVERE TUTTO CON UN DECRETO. berlusconi ha detto che non vuol prendersi la responsabilità per eluana. ma mi son persa un pezzo? perchè ce l’ha lui la responsabilità? davvero?
    e questi decreti non hanno più l’aria di editti? sempre lui, e leggo ora dai principali quotidiani online visto che son tornata a casa da due minuti, ha dichiarato che è pronto a cambiare la costituzione… ce n’è per una rivoluzione.
    c’è solo da augurarsi fortemente che il presidente non molli la sua posizione e non firmi. siamo ad un passo dal non esser più una repubblica democratica.

    dd.
    dd.

  11. Credo che della “vita” di Eluana non importi a nessuno….
    Ma che sia solo un caso strumentalizzato per interesse e popolarità…. ED E’ QST LA VERA VERGONGNA!!! mandiamo loro in Olanda e miglioriamo un pò qst paese..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...