uccidiamo il chiaro di luna (per un san valentino futurista)

danseuse_articulèe_1915spingetevi a nord con l’autostrada dei suv (sembra che solo quelli circolino) e uscite a rovereto nord, e seguite le indicazioni come farebbe pollicino con la mollica di pane, arrivate al mart. non prendete impegni per la cena, o la sera in generale. il tempo non ha più valore. due mostre: una che purtroppo -per voi – non c’è già più: il secolo del jazz: arte, cinema e musica e fotografia da picasso a basquiat un emozionante travolgente percorso fra musiche che si sovrastano, copertine tempi e luoghi che non ci son più. pollock picasso basquiat e compagnia bella trovati in sale solitarie e comunque caotiche (nel senso buono dela parola).  deve star ben contento rava unico italico rappresentato. potete rifarvi ancora fino a giugno prossimo con futurismo 100, illuminazioni. avanguardie a confronto. italia – germania – russia. curata da una mia super prof dell’università: ester coen. marinetti con mafarka e i chiari di luna offesi  vi accompagnano in un’immersione totale, completa. sensazioni: satolla e assuefatta, coinvolta e risucchiata nelle spirali futuriste. avviluppata, e non per la prima volta, da severini, balla ma anche -e di più- da picasso e braque. come mi capita sempre di fronte a cose che parlano e dicono di lui, con le palpitazioni e il cuore in gola, di fronte a la danseuse articulèe di gino severini -1915- (immagine) al solo pensiero che picasso ci giocava a parigi. e da li alla russia e i russi a parigi. delunay esplode e voi siete li, a cercare anche solo il nome di un colore, che non riuscite a trovare perchè quel colore, nel vostro manuale di colori non c’è mai stato. e dulcis in fundo domenica sera al rossetti a trieste ad onorare vinicio, antico e circense, e tanto vi basti.  
Annunci

6 thoughts on “uccidiamo il chiaro di luna (per un san valentino futurista)

  1. ma sai che dovevo andarci anch’io? E’ da novembre che inseguo quella mostra .. (in compenso ho visitato con grande soddisfazione “Picasso – 1917-1937. L’Arlecchino dell’arte” al Vittoriano di Roma..)
    Sabato peró ero ad un matrimonio… festante… fino a notte inoltrata… e ieri a casa.. a pagare lo scotto di quelle 16 ore passate in totale bagarre con un tacco nove nuovo di zecca..
    Ah…e pensare che eri a tre quarti d’ora da qui..
    Quella sul futurismo non la perderó…hai visto anche la casa di Fortunato De Pero?
    Luana

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...