le femmine del papi… ops.. del papa, che è anche peggio [g8 parte prima]

Normal
0
14

false
false
false

MicrosoftInternetExplorer4

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-style-parent:””;
font-size:10.0pt;”Times New Roman”;}

g8_fotodigruppola carfagna è malata, mi preoccupa la sua tiroide. ho trovato RIDICOLO il total black per l’udienza papale, con tanto di trina in testa, che quasi tutte hanno sfoggiato, comprese ma SOPRATTUTTO le nostre ministre, che non rappresentano minimamente la donna italiana. solo sottomissione forzata o obbligata a regole millenarie e nessun accenno di modernismo o magari solo un tentativo di togliersi quel giogo che è un rispetto clericale –anche dovuto se vogliamo-, ma talmente amplificato da esser ridicolo e imbarazzante. mi chiedo se nel loro intimo si siano rese conto, la mara e la mariastella di quanto son riuscite ad esser bigotte agli occhi del mondo. va bene non andar in topless a fare la lap-dance sul colonnato di san pietro, ma non c’è una via di mezzo? bocciate. come bocciata -di nuovo- la first lady giapponese.. (in questa foto non c’è) mai un kimono in valigia, eh? e di nuovo (la precedente bocciatura la trovate qui) bocciata mrs sara brown. ancora una volta si michelle_sara_g8g8_sudafricaevince che sara non ha nemmeno un’amica che le dica quanto le righe in orizzontale su una figura poco meno che filiforme non siano la scelta più azzeccata. cmq se vi piace la gonna la trovate da h&m con le svendite a € 9.90. bocciata anche isabella rauti (signora alemanno) per la mise e per il regalo che ha scelto lei per le invitate: borse orrende di carmina campus.
promosse invece la first lady indiana in blu appunto india, la signora giuliana  (moglie del presidente dell’ifad) in lungo celeste cangiante che tirava un pò e la nostra signora del sud-africa che sebbene in nero mi ha fatto immensa simpatia con cappello e tacchettini e un sorriso che si.. eddai diciamolo, le rideva anche il buco del culo! 

mi riservo di dedicare adeguato spazio a michelle (inddiscussa regina di stile nel suo vestitino giallo minimal) e a carlà che snobbando tutti e tutte (anche beck e il suo pranzo magnifico da 50-60 minuti e da 50-60 portate) arriverà a l’aquila accompagnata da georgino clooney.

Annunci

21 thoughts on “le femmine del papi… ops.. del papa, che è anche peggio [g8 parte prima]

  1. D, tu che sai, mi spieghi come si fa a camminare su un prato con quei tacchi alti senza affondare? Bisogna stare in punta di piedi?

    Il perplesso don Ugo

  2. carlà stravolta ha voluto fare troppo la diva arrivando sola soletta e poi quel completino bianco con camicia nera….negativo!

  3. @anonimo 8: assolutamente condivido. carlà strabocciata soprattutto per il modus operandi.

    ultimissima: a quel giornalista del tg4 che parlando delle scarpe di michelle ha visto 12 cm di tacco… caro giornalista, nello slip cos’ha? 40 cm di merchandising?
    ognuno misura col proprio metro…

    ;)

    dd.

  4. la cosa più spiacevole del processo di santificazione di obama, uomo umano con pregi tanti ma pure difetti, è il dover assumere Michelle ed il suo imbarazzante fiocco verde quale icona di stile. la signora veste da americana quale è e non possiamo fargliene una colpa. ma almeno in questo gli italiani sanno far meglio (in politica un po’ meno, ma mica possiamo avere tutto)

  5. @anonimo: “imbarazzante fiore verde”? io l’ho trovato assolutamente di classe, soprattutto sul giallo e per niente imbarazzante! tutt’altro, ha messo ko tutte le signore presenti. da imitare subito.. a differenza del noioso abbigliarsi delle italiane presenti (sig.ra alemanno, gelmini, calfagna e non ultima bruni, anche se italiana non vuol esser) che troppo spesso son convinte che star sempre entro i piatti argini del monocromatico e del non colore sia sinonimo di stile. michelle non veste da americana qual è. posso dirlo con cognizione di causa. zia luisa docet.

    se è come dici tu: son molto più americana di quanto credessi. e lo sbandiero pure su un sandaletto verde acido, talmente acido da farti inorridire! :)

    cordialità

    dd.

  6. non ci sono dubbi il menu che preferisco io,è un po diverso da quello consumato dalla first lady:
    Aperitivo
    cocktail,spremuta d’arancia vino rosso con pezzetti di frutta accompagnato da polpette di polpo.
    Antipasto
    polpette di carne e formaggio sardo,avvoltini di melenzane con mozzarella di bufala,friselline alla menta,olio extravergine d’oliva produzione propria.
    Primo
    peroni ripieni con macinato di carne bovina,e formaggio pecorino pomodorini,rucula,e un pizzico di peperoncino.
    Intermezzo
    ricci di mare con ostrica rigorosamente crudi conditi con olio extravergine e prezzemolo con una spruzzatina di limone con contorno di insalata di rucola selvatica.
    Secondo
    spezzatino di carciofi al forno
    con contorno di melenzane fritte spalmate con olio extravergine foglioline di menta con grattugiatina di aglio.
    Desser
    tipico spumone del basso Salento alla stracciatella e cioccolato.
    Vini
    Salice Salentino
    Primitivo di manduria Lirica
    Rosato del Salento.

    quasi quasi mi è venuta fame,
    buon pranzo.

  7. Io concordo con ROSSANATURALE e ti sei dimenticata di aggiungere che la First lady s’è fatta fare il sacchettino con gli avanzi da portare a casa.
    Okey che siamo in austerity, ma non è schikke per nulla.

    A proposito, lo sai che a Padova ha aperto i battenti il tuo amico LUIS VOUTONNEEE ?? Sono andata all’inaugurazione..
    Ma il mese scorso ancora.

  8. http://www.cdt.ch/images/tools_share.gif

    ne vogliamo parlare?
    Una che osa in giallo, ( sì ok ti sta bene ma proviamo anche qualcos’altro…) e si adegua al “rispetto clericale” perchè lo fa?
    Per paura di un’anatema o di una scomunica in accento germanico o per rispetto ed educazione ad usi e costumi dell’ospite?
    Se entrando in una casa in Giappone ti offrissero un paio di pianelle, leveresti i vistosi tacchi?
    Io lo farei di buon grado senza preoccupazione di perdere nulla della mia dignità ed identità personale… e credo così avranno pensato tutte le first e le “nostre, (affatto simpatiche), ministre”.
    Non pretendo che in un G8 gli abiti possano rappresentare la donna italiana…come di certo Carlà non rappresenta le donne francesi!
    E’ in ben altro che non mi sento rappresentata come donna e come persona da questo “governo”.

  9. @anonima: non riesco ad accedere al link.
    hai ragione su tutta la linea.
    ma per piacere quando vieni a legger qua, parti dal presupposto che il mio stendardo è l’ironia e.. credi non è il vestito della gelmini che non mi rappresenta, o le scarpe della carfagna che fanno di lei una ministra che non apprezzo minimamente.
    credimi anche quando ti dico che non guardo solo le foto che repubblica corriere e milioni di altri mettono online.
    e credi.. solo perchè scrivo con leggerezza di vestiti gialli e tacchi alti non vuol dire che è quella la base per i miei pensieri le mie parole opere missioni anatemi.
    indignati per altro -che ce n’è- e non per quello che scribacchio io.

    ironia, take it easy -dicono- e firmati fanciulla, che non c’è niente di peggio che esser anonime, con o senza tacchi.

    dd.

  10. solo chi è estremamente intelligente è in grado di essere realmente frivolo.
    Alda Merini

    marianna o bionda sardegna o wanda o la fidanzata di d.

  11. @evtngbutheshoes
    “la First lady s’è fatta fare il sacchettino con gli avanzi da portare a casa.
    Okey che siamo in austerity, ma non è schikke per nulla”.

    Non è shikke ma il “doggy bag” è un’usanza americana consolidata, che a me sembra giusta.

    Oltretutto, portando a casa i tuoi avanzi, eviti:
    1) di lasciare nel piatto del cibo, che lo spreco non è mai bello (soprattutto se tuo marito è al G8 a parlare di fame nel mondo)
    2) di ingozzarti fino all’ultimo boccone, tanto per finire.
    3) che il ristoratore “ricicli” ad altri clienti rimasugli del tuo pasto (se pensi che è impossibile non ha mai lavorato in un ristorante :-)

  12. ma… non li avrà mica portati fino alla Casa Bianca?

    -ed allora… sorge il dubbio assassino, ed anche il me il perverso gusto del pettegolezzo..
    :-) …
    quando li avrà mangiati (o sottoposti all’augusto marito)?
    In folli abbuffate notturne?
    E’ buio-bulimica?

    O lo ha fatto solo per essere, secondo lei, politically correct?
    Che non fotografino il piatto abbandonato, dei fotoreporter dell’opposizione, e crolla la maggioranza e la stabilità mondiale, per uno sfilatino, un mezzo tramezzino.
    Se è questo il caso, ha fatto solo “finta” di essere “politicamente ” corretta (se questo volesse mai dire un qualcosa di sensato, ed ha buttato tutto nel cestino.

    Quelli del ristorante almeno lo davano ai maiali.

    O al personale di cucina.
    che se lo godeva.

    Che atroce quesito, mi si è instillato.

    Vai a vedere tu, dalle frivolezze da salotto, quali abissi di profondità etiche vengono fuori.

    Un sorriso a tutti/tutte.
    Ops, scusate… TuttE/TuttI. Tutt*

    ;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...