un'inquietante simmetria

inquietante_simmetriagrazie al santo patrono sono a casa. mi son svegliata alla solita ora e mi son buttata sul divano a finire il libro iniziato sabato sera. finestre spalancate, le foglie gialle delle betulle che alla fine si son dovute arrendere al calendario, ma dalla temperatura non si direbbe, son 15 gradi e quindi avranno ben ragione loro. il libro della domenica è un’inquietante simmetria di audrey niffenegger mondadori € 20.00. l’ho preso per fiducia verso chi l’ha scritto, perchè dopo il capolavoro de la moglie dell’uomo che viaggiava nel tempo non mi aspettavo niente di meglio ma non poteva esser malaccio. nonostante la copertina tremenda l’ho preso al volo. in effetti ho indovinato. il capolavoro assoluto è quello, questo è un esercizio di stile un pò cervellotico ma non male, di quelli da leggere d’un fiato d’inverno.  in un periodo dove di moda vanno alla grande i vampiri, qui si trovano fantasmesse diaboliche. l’inquietante simmetria non c’è stata solo nelle pagine del libro con gemelle pressocchè identiche (e mi chiedo quando mi capiteranno gemelle in classe) ma anche, nel mio piccolo vivere. il cimitero di highgate che tanta parte ha nel libro me lo son trovato anche al cinema in dorian gray, e senza conoscerlo l’ho riconosciuto dalle descrizioni, poi google ha fatto il resto. ancora: dagli intrighi di famiglia del libro son stata squassata (non poco a dir il vero) dai segreti di famiglia di coppola. c’è stato un tutt’uno fra libro e film che mi ha lasciata perplessa e stupita da quello che si chiama caso.. ma che non lo è per niente, si sa. uno dei rari casi in cui ho avuto bisogno di aver certa l’ambientazione. londra qui è molto fisica, molto riconoscibile e dettagliata, sono andata a cercare i posti in rete e su quelle immagini mi son fatta il film, come fosse una strana mania, la mia, di andare a cercare sceneggiature. e case. i personaggi meglio riusciti son maschi: robert e martin soprattutto. questa storia mi ha fatto pensare a tales of the city di armistead maupin (anni ’70 san francisco) storie a volumi concatenate l’un l’altra e piazzate in una frisco riconoscibilissima e ritrovata identica a se stessa dal vivo. questi son di rizzoli: divertenti e commoventi. poi mi direte.
Annunci

2 thoughts on “un'inquietante simmetria

  1.  Due gemelli identici in classe mi sono capitati. Non distinguevo l’uno dall’altro, mai imparato in tre anni. Solo dal carattere si capiva chi fosse l’uno e chi fosse l’altro.
    Ora hanno una ventina d’anni e aiutano i loro genitori a gestire uno dei ristoranti migliori della mia regione (anche allora, che colazioni che portavano!). 
    Quando passi dalle mie parti ti ci porto.
    :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...