alzo i tacchi

Immagine 108_1son come una trottola. riparto con macchina fotografica, guida, vocabolari, carta stradale e senza navigatore. un navigatore seduto vicino l'avrò: maschiomaschio. sono emozionata come fosse il viaggio che si faceva dopo la maturità, il primo. da non credere! e invece si. lunedì parto. lascio qua tutto. il corso di inglese che non mi va nè su nè giù. le cose da vedere per settembre. i corridoi degli ospedali che dovrò avere in giro più in là. le litigate e i pensieri ossessivi. lascio qua la testa, o la porto via spenta. spenta perchè non voglio farmi di difmetrè e vomitare in giro per città belle.  potrà risvegliarsi in macchina, quando mi fermerò in un bosco a far pipì perchè non potrò più trattenerla cercando di non andar proprio sopra una mina inesplosa. quando avrò la carta stradale spiegata e ripiegata malissimo sulle ginocchia e mi perderò lo stesso, alla faccia del radar che mi trovo nel mezzo della fronte. come ha detto più di qualcuno ".. il bello di dida è di portarsela in viaggio. il resto… si sopporta." fin qui avete sopportato, ora inizia il bello!

foto mia: krk 9 luglio 2010

Annunci

7 thoughts on “alzo i tacchi

  1. Diduzza Cara, non mi piace troppo la frase sugli ospedali, spero di avere male interpretato…per il resto BUONE VACANZE!!!!PS A KRK verbenik ottimo vino bianco malvasia,ristorantino romantico sui tetti… il maschiomaschio apprezzerà.. ;-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...