martini di pietro grossi

 

martini

mettersi in vasca da bagno solo per leggersi un libretto. anche se son le cinque di un torrido pomeriggio di fine agosto. spalancare la finestra. mollare l'acqua, riempire tutto di quantità esagerate di bagnoschiuma viola. calibrare la temperatura dell'acqua, il miscelatore, col piedino. vedere la schiuma montare in quantità da quasi soffocarci sotto. lasciare il telefono in cucina a volume invisibile. starci dentro quasi a galleggiare per quel tanto che serve a finire 60 paginette. uscirete tristi e con i piedi a righe. cercate di mettervi uno smalto rosso ai piedi, di un rosso che sia rosso come lo definirebbe un 6enne -io un carmen di zoya- perchè qualcosa di felice dovrete vedere oltre la schiuma, alla fine delle pagine.  un giornalista conosce uno scrittore di fama. davanti ad uno scotch con ghiaccio. nell'ultima pagina bevono scotch, un frullato alla frutta non troppo dolce e martini. bello. di lui anche pugni

Annunci

One thought on “martini di pietro grossi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...