il giovane törless (1906) di robert musil

torlessse non fosse stato presentato dal circolo di lettura mai nella mia vita l'avrei letto. iniziato così, quasi per dovere, finito con un'ansia che mi ha costretta lo stomaco. può essere anche questo uno dei romanzi che si chiamano di formazione? mi viene d'istinto il giovane holden e son solo per le affinità dei titoli. è un libro troppo "classico" perchè io mi possa permettere di fare una qualsiasi forma di "critica". collegio con giovani e giovinastri ai tempi in cui c'erano le carrozze. bullismo quando non aveva neanche il nome. tre giovanotti si approfittano in tutti i modi di un quarto. uno dei tre trova cervellotiche redenzioni, scusanti filosofiche fino a giungere all'ultima pagina, su un profumo su cui edipo e il suo complesso regnano sovrani. capisco che i prof (e i maestri) non sono tutti uguali, che non mi accontenterò solo di kant(e) e della sua straordinaria vitovska, ma affronterò di nuovo le sue dure critiche, abbandonate dopo la maturità (devo dire con mio sommo gaudio). musil è nato a klagenfurt, si muove fra le due guerre fra vienna, berlino e la svizzera; muore sull'ultima sua opera che rimane incompiuta. non l'avevo mai sentito nemmeno nominare prima. emotivamente coinvolgente, non facile, non da ombrellone, non da numeri primi, mi ha fatto pensare (come suggeritomi durante un piacevolissimo pranzo) ai bivi incontrati, alle scelte fatte, alle decisione prese, a come la mia vita sarebbe potuta essere se avessi preso una strada invece che un'altra. oggi mi trovo seria seria, a pensare al mio ruolo da maestra, a interrogarmi sugli errori che mi accorgo di fare. a chiedermi perchè son tanto stupida da farli. mi costringo a scendere dalla cattedra su cui mi son messa, senza ragione e con troppa supponenza, nelle ultime settimane.
troppo seria. mi serve un paio di sandali d'argento, dei bandoneon,  un amico musicante, una partenza, colline belle e tre giorni di figotti con chèri.

Annunci

One thought on “il giovane törless (1906) di robert musil

  1. ecco uno dei libri che mi fanno tornare in mente l'epoca del liceo e della letture obbligate! a pensarci adesso forse lo rileggerie, quela volta il toerless era una gran pesantezza di ragazzo!
    clara

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...