io e te. [sottotitolo: cosa NON regalare ad un lettore a natale]

 

io_e_te

di quello che è successo oggi non ne voglio nemmeno parlare. l'unica fiducia che ho dato oggi è stata ad anastasia di svevia che mi ha giurato di aver dimenticato "senza sapere" i compiti che doveva fare una settimana fa. l'unica sfiducia che ho votato io è stata alla mia collega e ho fatto i colloqui da sola. scelta rivelatasi quanto mai opportuna. il mio ego si esalta e la mia bile se ne sta tranquilla per almeno mezzo pomeriggio. fastidio però per la lettura di ieri sera davanti al fuoco. una sera solinga, un non tango, abbandonato, non voluto da cui fuggo, con la speranza di tornare. una serata solitaria, davanti al fuoco acceso a leggere un libretto che è la solita melensa scontatissima insipida minestra riscaldata in odor di numeri primi. questo lo legge chi di solito non legge. perchè è di ammaniti e perchè è corto. è piccolo. ammaniti ce l'ha piccolo. il libro.. e che avete capito. un liceale finge di andare in settimana bianca e invece si rintana in una cantina dove incontra dopo anni la sorellastra con più problemi di lui. la trama è di una pochezza allarmante -guardacaso è uscito a ridosso del natale- uniche due immagini che mi hanno fatto sistemare meglio il cuscino sotto la testa: la mamma e la nonna. che comunque non vengono indagate… ma d'altronde in 120 pagine da far uscire a natale non ci si deve perder in piccolezze. lontano lontanissimo da ti prendo e ti porto via e da io non ho paura. vicino a come dio comanda che non ho amato e vicinissimo alla merda dei numeri primi. e comunque… saprei a chi regalarlo per farci anche un figurone.  siccome non mi voglio abbastanza bene leggerò anche -di suo- che la festa cominci. vogliamoci troppo male. spero di non esser stata più lunga del "romanzo" in questione. continuo a leggere solar. per ora solo sola.

Annunci

4 thoughts on “io e te. [sottotitolo: cosa NON regalare ad un lettore a natale]

  1. @psicofra: magari farlo per mestiere!!! invece sai cosa succede? che certa gente mi dice come mi permetto io di CRITICARE libri con autori del genere… della serie chi sono io per poter dire che i numeri primi sono una merda inenarrabile e che dovrebbero ridarmi pure i soldi che ho speso!!!

    e perchè non dovrei "permettermi" di criticare? se una cosa non mi piace avrò ben il diritto di dirlo! o no? e qui metto dentro anche quella schiera di insulsi ristoratori che battono i piedi per terra e i pugni sul tavolo (dopo anni e anni…) perchè non mi son piaciuti!

    roar…

    dd.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...