storia controversa dell’inarrestabile fortuna del vino aglianico nel mondo

 

aglianico

il signor cappelli non delude mai. pare sia un crescendo, in ordine di apparizione nella mia personalissima libreria bianca. prima con parenti lontani ci si era conosciuti e amati col fuoco sacro della passione del primo amore. poi con la vedova, il santo e il segreto del pacchero estremo avevamo festeggiato il primo anniversario e ci si era dati alla pazza gioia con una goduriosa orgia di sensi tutti. qui col ritorno, incontro casuale di due amanti che si son inutilmente lasciati, in una libreria del centro col freddo fuori e la caccia di qualcosa che potesse scaldarmi negli scaffali. conferma che trattasi di grande grandissimo immenso amore. questo mi è piaciuto più degli altri. in maniera assoluta. definitiva. inequivocabile. si berrà aglianico, pensando alla lucania che prima o poi mi vedrà sotto frondosi ulivi a cercare luoghi dove perdersi. mi son scaldata leggendo questo librettino che ti vien voglia di abbracciare e baciare da quante è antidepressivio, gioiso, solare, ubriacante. fino all'ultimo si sta dalla parte dei perdenti. fino all'ultimo non si capisce bene chi siano i perdenti. amici che si ritrovano da grandi e fanno i conti con quello che son diventati. un re mida cafone e un intellettualoide  scopaiolo che alla fine riesce a diventare quello che vuole. il tutto innaffiato da grandi vini, da coupe de foudre -e de cul-, donnoni, grandi recensori e da quel tanghino leopardato bordato d'oro che ho anch'io nel mio cassetto segreto. approvata anche la copertina che del precedente proprio non mi era piaciuta. date retta alla zia, fatevi gaetano cappelli piuttosto che xanax.

Annunci

6 thoughts on “storia controversa dell’inarrestabile fortuna del vino aglianico nel mondo

  1. Pingback: natale. “un libro? grazie non me l’aspettavo”. e poi ti toglie le mutandine. | dida

  2. Pingback: stelle, starlet e adorabili frattaglie di gaetano cappelli | dida

  3. Pingback: storie scritte sulla sabbia di gaetano cappelli | dida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...