nessuno si salva da solo di margaret mazzantini

Nessuno-si-salva-da-solo

questa è la stessa che ha scritto non ti muovere e la stessa che non mi è piaciuta per niente nemmeno questa volta. questa è la stessa che ha scritto quel libro intenso e inaspettato che è venuto al mondo e che mi ha tenuta inchiodata alle sue pagine per ore. nessuno si salva da solo non mi è piaciuto. ma proprio zero. altra penitenza pasquale, se non altro rapida perchè con le sue 188 pagine, 3 righe e mezzo. righette da poche parole. capoversi ampi a riempire pagine che comunque restano vuote e se impaginate diversamente avrebbero superato di poco le cento. a me questo sembra una di quelle cose che si son dovute scrivere per contratto, e che comunque si stravendono (da metter vicino ai numeri primi e alle foglie di limone). due si separano, vanno a cena, i figli per quella sera li tiene la madre di lei, e ripercorrono la loro storia. che sarà la storia di chissà quante coppie ordinarie, insoddisfatte e in crisi. nessun bisogno di leggere quanto una sia stronza e quanto uno sia distratto ma più con i piedi piantati per terra nonostante tutto. non riesco a comprendere chi legge queste sofferenze e lo trova un libro di genio, non ce la faccio, qui c'è bisogno di storie lunghe vere e appassionate, di pagine fitte senza capoversi inutili e stacchi fisici solo per occupare uno spazio altrimenti troppo bianco. qui c'è bisogno di lettere d'amore e fughe dalla realtà. sarà che per me è troppo vero, sarà che non c'è una storia bella ma forse solo vista da qualche parte  fotografata e scritta, anche di fretta, senza nessuna fatica. con i libri voglio andare oltre e stare attaccata ad ogni parola, non, non vedere l'ora di arrivare all'ultima pagina per liberarmene. questa margaret per me non sarà mai una peggy.

Annunci

5 thoughts on “nessuno si salva da solo di margaret mazzantini

  1. Dida, Dida, te le vai proprio a cercare… vuoi storione (non il pesce) e le speri da librini furbetti… datti ai classici, sono diventati tali per qualche motivo…

    Comunque la tua penitenza la hai fatta, ETA innominepatris etc, buona Pasqua! (magari con Padri e figli).

    don Ugo

  2. Personalmente quando decido di leggere un libro, cerco almeno un pizzico di ciò che nella realtà non riesco più a trovare, non quello che saprei scrivere e leggere anche da sola…Non ho mai letto nulla della Mazzantini, probabilmente continuerò a non farlo.

    |AS|

  3. @don ugo: vero, i classici, sempre e di continuo. ma ho come una resistenza, un pudore di base, un non esser all'altezza… come la recherche che è lì, bellissima e immobile (solo materialmente immobile) e poi… dopo anna karenina non posso stare da sola in una stazione … rischio di buttarmi sotto il locale (ex littorina) cividale-udine per avere un finale degno di romanzo. :D

    @AS: concordo in toto. se mai volessi inciampare sulla mazzantini buttati su nato solo. evitare questo e non ti muovere.

    omaggi strega ;)

    dd.

  4. Getta ogni pudore, mettiti i tacchi da 10, stacca da tutto e vedrai che sarai più che all'altezza…

    Buona Ricerca!

    don Ugo

  5. Ho un rapporto stranissimo con "Venuto al mondo". Ci sono passaggi che detesto, altri li ho proprio rimossi, altri ancora sono foto che mi accompagnano. Forse e' solo l'incomprensione con l'argomento che mi ha influito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...