la svizzera

hamburger02il 6 maggio qui da noi è sempre una data che fa impressione. ci riporta tutti indietro al '76. anch'io che avevo solo tre anni mi ricordo bene la sera del terremoto. mi hanno avvolta nella mia coperta verde, adoratissima coperta verde, e ci siamo messi, insieme ai vicini in un angolo della strada dove le case, che si stava a guardare per veder se cadevano o no, sembrava non potessero arrivare a prenderci. alla fine qui da me non sono cadute, bastava andar 30 chilometri verso nord, e lì si era tutto caduto sopra a tutti quelli che erano dentro a cena o davanti alla tv -dell'epoca- e non hanno fatto in tempo a capire quello che stava succedendo. adesso si parla anche con chi quei giorni se li ricorda bene, con i genitori, che adesso son diventati nonni e qualche giorno dopo il sisma erano sporchi di malta e cemento e magari si beccavano pure qualche multa perchè non avevano l'autorizzazione per iniziare a ricostruire. in questi giorni di anniversari di maggio, in un periodo della mia vita di continui mutamenti, scosse emotive, incomprensioni generazionali non più con genitori ma con colleghi che si, sono di altre generazioni, mi son trovata a far un bagno caldo per l'anima in tante cose che credevo di aver completamente dimenticato. oggi mi son ricordata che mia mamma chiamava "svizzera" quelli che oggi sono gli hamburger. svizzera che solo in questo caso diventava incredibilmente plurale. non mi sono mai saputa spiegare il perchè… ma si sentiva dire " stasera vi faccio le svizzere?" e si, noi le svizzere le mangiavamo. e son cresciuta a svizzere. che poi quando d'estate arrivava mia zia dall'america, si perchè io ho una zia d'america, le svizzere lei le chiamava hamburger e non le faceva in padella ma si doveva metter su la griglia in giardino comprare i panini tondi, cetriolini, pomodori e majonese e far finta che fossero la più grande novità dopo l'acqua calda. poi a settembre si tornava alla svizzera, senza panino tondo, senza cetriolo, senza pomodoro. 

foto da qui

Annunci

9 thoughts on “la svizzera

  1. Quella sera, mentre ti imbozzolavano di verde, io presi la bicicletta e me ne andai a spasso per Udine a cercare in strada gli amici, ed un'amica in particolare, assai contento della novità; il giorno dopo già si prospettava come vacanziero, ergo sagra. Ero in terza superiore e, come tante volte sarebbe poi successo, non avevo capito niente. Invitavo chi trovavo al pentimento, perchè la fine dei tempi era vicina, e mi divertivo un mondo a vedere le facce. La vocazione, fin da allora… poi iniziarono a filtrare le prime notizie da Gemona e Venzone.

     

    I tempi in generale naturalmente non finirono, sono ancora tra noi a far danni; e pare che per aver requie dovremo attendere quantomeno il 21 12 2012, ma poi vai a sapere, a me quel Giacobbo non pare così sveglio. Sono però finiti tanti tempi particolari, più o meno rimpianti; e tra questi anche il tempo delle svizzere, ora trasmutate in hamburger, così, senza parere, come ci si ritrova over fifty dopo aver fatto fatica ad immaginarsi quarantenni…

     

    don Ugo

  2. Quella sera, mentre ti imbozzolavano di verde, io presi la bicicletta e me ne andai a spasso per Udine a cercare in strada gli amici, ed un'amica in particolare, assai contento della novità; il giorno dopo già si prospettava come vacanziero, ergo sagra. Ero in terza superiore e, come tante volte sarebbe poi successo, non avevo capito niente. Invitavo chi trovavo al pentimento, perchè la fine dei tempi era vicina, e mi divertivo un mondo a vedere le facce. La vocazione, fin da allora… poi iniziarono a filtrare le prime notizie da Gemona e Venzone.

     

    I tempi in generale naturalmente non finirono, sono ancora tra noi a far danni; e pare che per aver requie dovremo attendere quantomeno il 21 12 2012, ma poi vai a sapere, a me quel Giacobbo non pare così sveglio. Sono però finiti tanti tempi particolari, più o meno rimpianti; e tra questi anche il tempo delle svizzere, ora trasmutate in hamburger, così, senza parere, come ci si ritrova over fifty dopo aver fatto fatica ad immaginarsi quarantenni…

     

    don Ugo

  3. anche la mi' mamma le chiamava svizzere, e se qui vai dai macellai di paese puoi ancora chiederle e te le fanno espresse con lo stampino, anche con la carne della chianina. chi sa come mai quelle robe tonde di macinato qui le chiamiamo con il nome di uno stato e in america le attribuiscono ad una città. forse fanno così schifo che nessuno ne vuole la paternità, allora gli mettono una targa straniera. grazie del ricordo.

  4. anche la mi' mamma le chiamava svizzere, e se qui vai dai macellai di paese puoi ancora chiederle e te le fanno espresse con lo stampino, anche con la carne della chianina. chi sa come mai quelle robe tonde di macinato qui le chiamiamo con il nome di uno stato e in america le attribuiscono ad una città. forse fanno così schifo che nessuno ne vuole la paternità, allora gli mettono una targa straniera. grazie del ricordo.

  5. Siamo coetanee e conterranee. Ricordo anch'io quei giorni del '76, le notti passate in macchina per precauzione (Udine ha avuto danni limitati), la tenda piantata nel giardino dei nonni. E solo crescendo mi son resa conto che i miei ricordi della prima infanzia, costellati di luoghi pieni di macerie e poi di prefabbricati non appena si andava verso i monti, verso Gemona e Venzone o la Carnia, erano dovuti alle conseguenze del terremoto.

  6. Siamo coetanee e conterranee. Ricordo anch'io quei giorni del '76, le notti passate in macchina per precauzione (Udine ha avuto danni limitati), la tenda piantata nel giardino dei nonni. E solo crescendo mi son resa conto che i miei ricordi della prima infanzia, costellati di luoghi pieni di macerie e poi di prefabbricati non appena si andava verso i monti, verso Gemona e Venzone o la Carnia, erano dovuti alle conseguenze del terremoto.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...