tony pagoda e i suoi amici di paolo sorrentino

ho aspettato il 23 maggio come un natale.  ma su amazon non era disponibile in e-book. son andata allora in libreria e quando l’ho avuto tra le mani ho iniziato a fare “caro.. caro” come le bimbe con le bambole o con i fratellini più piccoli appena prima di tentare di ammazzarli. arrivata a casa, non me lo sono neanche sbranato, di quella fame bulimica che mi prende sempre con i libri che aspetto da un po’. adesso che mi son portata a letto per due notti tony pagoda e i suoi amici posso dire che  è stato molto meno entusiasmante della prima volta, come sempre. hanno tutti ragione è altra cosa. questo è un piacevole bignami che magari è stato scritto per dare un contentino a noi amici di tony pagoda che abbiamo battuto i piedi e sbraitato quando siam arrivati all’ultima pagina. la copertina ha uno specchio sopra, per dirti che anche tu lo sei, sei amico di tony pagoda. potrebbe andar bene come avvicinamento a tony pagoda per poi leggere il capolavoro. inaspettatamente gli amici -per dirne alcuni, i più conosciuti- sono: carmen russo e biondo compare e tutta la loro progenie canina, maurizio costanzo e il mago silvan, quello si, sorprende. siate pronti a muovervi su aerei e metropoli americane a mangiare palate di foi gras, su aliscafi fra napoli e capri, a sanremo durante la settimana del festival, inseguite le parole sulle righe, e se serve, leggetele più di una volta. un capolavoro rimane unico, per sua definizione e sono convinta che non ce ne possa esser più di uno per scrittore, se ce n’è uno, ben inteso. va bene che tony ci venga a trovare su pagine nuove ma se dovete amare, di quella passione violenta e incontenibile che sporca mani e lenzuola, dovete tornare indietro a cercarla dentro hanno tutti ragione.

pag. 132 ‎”certa gente fa a cazzotti con la cultura, per esempio, dimenticandosi che essa, ha uno scopo finale assolutamente preciso: rendere l’uomo ilare, nella maniera più sfaccettata possibile, ma ilare. credetemi non c’è assolutamente altro, dietro. le altre sensazioni sono fango e surrogati.”

Annunci

2 thoughts on “tony pagoda e i suoi amici di paolo sorrentino

  1. Non sembra neppure lo stesso autore, sono 2 libri completamente diversi, la personalità di Tony Pagoda non è la stessa. Quest’ultimo libro non ha niente a che fare con lo splendido Hanno tutti ragione! Bye

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...