public relations

son arrivata in palestra alle 10.40, lei era già lì. al coffee break. bionda, alta, bella, con vuitton, canotta per far vedere il tatuaggio fra le scapole, borsone gigantesco e quel po’ di miserabile tacco che possono permettersi quelle tanto alte e col piede tanto grande. ancora in borghese. ogni giorno è lì, non l’ho mai vista “in” palestra.  parla. sempre. con tutti. beve e offre mille caffè della macchinetta. alle 12.05 salgo in spogliatoio. inaspettatamente lei si sta cambiando e fa un monologo -in soli slip neri ed evidente abbronzatura da meritatissimo topless- all’unica, suo malgrado, spettatrice diciottenne che, incasinata dai suoi chili in più e vestita come una talebana,  le dà del lei -inconsueto nell’ambiente- e la guarda come un ufo.
“tu sei così giovane, potrei esser tua madre. ho 40 anni e anche se -lo so- non si direbbe ci sono tutti. pensa che mi son sposata a 20 anni e giuro, se dovessi tornare indietro lo rifarei subito. ho girato tutto il mondo con mio marito. l’unica cosa che mi son pentita di non aver fatto è di non aver potuto andare all’università. mio padre ancora non me l’ha perdonato. avrei voluto diventare anatomopatologa”.

tira fuori un libro dal borsone gigantesco: la voce delle ossa di kathy reichs -rizzoli.

domani vado in palestra con life di keith richards -feltrinelli.

6 thoughts on “public relations

  1. ah… ah… già mi immagino la scena. L’ho proprio visualizzata :-))))
    Anatomo..che??????
    Sei un mito.
    Eppoi se penso che ho un abbonamento pagato della palestra e che non ci metto piede da 4 mesi (e dico quattro!), mi viene male! Ok …vado a dormire.
    Magari prima, colta da improvvisi buoni propositi, preparo il borsone…
    Anzi no… vado a dormire.

  2. racconto magnifico, mi sono immaginata tutta la scena e questa signora, a 40 anni possiamo chiamarla così, mi ha fatto una gran tristezza. recentemente ne ho conosciuto una versione più avanzata, diciamo oltre i 50 e se vuoi ti racconto come si evolve…

    • assolutamente si, lo voglio! alla prossima voglio racconto dettagliato anche di mise
      di questa la mattina dopo si è capito che è separata/divorziata, che la sera sarebbe uscita con uno, che non sapeva se farsi offrire la cena o fare a metà, o pagar lei i caffè… così. il tutto stando (io) comodamente seduta sulla cyclette. meglio di beautiful

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...