nel tempo di mezzo di marcello fois

senza infamia e senza lode. un’altra storia di un’altra vita. finito nella cinquina dello strega. vincenzo chironi parte dal friuli, dove ha vissuto in un orfanotrofio, per la sardegna. siamo alla fine della seconda guerra mondiale. il padre è un soldato sardo spedito al fronte durante la prima guerra mondiale che non tornerà a casa. al posto suo torna vincenzo, bussa alla porta, pronto a tutto,  incredibilmente è accolto in famiglia, dal nonno e dalla zia, con tutta la delicatezza e l’affetto che si riservano a chi è sopravvissuto a tragedie, malattie o guerre. vincenzo è così simile al padre da venir riconosciuto “a vista” immediatamente come nipote legittimo, senza bisogno di certificati di nascita. la prima parte è bellissima, mi è piaciuto molto il viaggio, il camminare dalla nave che lo ha portato sull’isola, fino a nuoro. un percorso visivo e olfattivo. motivo perenne di sfondo, sempre presente: la morte, come meta inevitabile da raggiungere serenamente e come disgrazia che viene preannunciata sempre, con poesia e delicatezza.

tra friuli e sardegna c’è un filo rosso, che per quanto si assottigli, non si spezza.

 

Annunci

One thought on “nel tempo di mezzo di marcello fois

  1. abbiamo gusti simili,Dida..è un tipo di libro (e in generale uno scrittore)che non mi attira,anche se ne ho sentito parlare da più parti in modo entusiasta(ma quelli che lo fanno ,in molti casi,sono amici di Fois;affetto?)
    La tua recensione è più ‘equilibrata’.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...