MISIA la vita di misia sert di arthur gold e robert fizdale

in assoluto è la migliore biografia letta fin’ora. scalza, e di prepotenza, il libro di memorie di céleste albarel, la governante di monsieur proust dal primissimo posto della mia personalissima classifica. misia l’avevo incontrata nelle biografie di chanel, in quelle di proust e nei musei di mezzo mondo, ho cercato il libro fino a trovare una perfetta prima edizione rilegata e preziosa di trent’anni fa. scritto benissimo, tradotto anche meglio. son convinta che la bellezza appassionata di queste quasi 400 pagine stia nel fatto che gli autori son due pianisti che si sono innamorati del personaggio-misia e hanno avuto la fortuna di conoscere chi di lei era amico, confidente o protégé e di raccogliere testimonianze dirette, di aver il privilegio di leggere carteggi personali. misia era una pianista diventata musa, ispiratrice e mecenate, nei suoi regali appartamenti c’era una camera a disposizione di picasso.  proust s’ispira a lei nella recherche  per madame verdurin, renoir le ha fatto ritratti che tutti abbiamo visto perlomeno sui libri di storia dell’arte, altri suoi ritratti son di vuillard, toulose-lautrec, bonnard e chissà quanti altri meno noti. probabilmente -non avesse pagato, protetto e foraggiato generosamente – diaghilev e i balletti russi non sarebbero emersi così violentemente. sempre lei scopre coco chanel e ne rimane amica (odio, grande affetto,  litigate e rivalità e dipendenza da morfina) fino alla fine, amiche anche di colette (biografia a portata di mano e mia prossima lettura) tanto per mettere ancora carne sul fuoco. è coco chanel che appena saputo della sua morte si chiude con lei, la trucca, la veste, la ingioiella e la riporta indietro ai suoi trent’anni per l’ultimo saluto di tutti i suoi amici, almeno quelli cui non aveva assistito ai funerali. una vita di sfarzo e lusso, con lo straordinario potere di azionare irresistibili forze centripete e magnetiche su tutto il bel mondo [cominciò a ricevere le gratin, la crosta più dorata della società francese, pag. 166],  il bel mondo letterario e quello ancora più spumeggiante degli artisti di parigi grazie alla sua straordinaria personalità. misia c’è, dalla fine dell’ ‘800 fino ad attraversare entrambe le guerre quasi al fronte, e faticando di più a superare la fine di tre matrimoni e almeno un grande grandissimo amore.  visto che ogni cosa è concatenata e niente arriva mai per caso, in una delle ultime pagine, si nomina anche  diana vreeland  .

“ogni donna decide di avere per tutta la vita diciotto, trenta o ottant’anni. purtroppo la povera coco ha scelto di avere diciott’anni, l’età più difficile. io ho deciso per i trenta” misia pag. 330

le vite son sempre più belle dei romanzi.

Annunci

13 thoughts on “MISIA la vita di misia sert di arthur gold e robert fizdale

  1. Curioso. La Verdurin del tuo Marcellino madeleine e vino non è un personaggio gradevole; un’arrampicatrice sociale dura, falsa e meschinella. Ma naturalmente ognuno vede le persone dal proprio punto di (s?)vista.

    • don ugo

      la sua presenza mi fa ancora pensare che riceverò il perdono e l’assoluzione da tutti i miei peccati
      son ancora lontana anni luce dall’aver tutto il coraggio necessario per la recherche.. ma anche marcellino ce l’aveva con misia perché lei, lei si era permessa di dargli dello snob. a lui, capito a lui?

      dd.

      • A lui? Imperdonabile… :-D

        Però che tempi. Oggi ‘na Garnero qualunque j’avrebbe dato der froscio. Naturalmente in televisione.

        PS Tu pecca pure, che poi col padre terno aggiusto io tutto.

  2. Pingback: destinazione misia | Dida

  3. Pingback: MISIA di misia sert | Dida

  4. Pingback: COCO CHANEL X 3 | dida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...