LIMONOV di emmanuel carrère

limonovper adesso è il miglior libro del 2013. biografia autorizzata da un’intervista di eduard limonov, scritta splendidamente da emmanuel carrère, più avvincente di un romanzo, un’immersione in un’epoca surrealista che abbaglia perché lontana anni luce da me.  la storia dell’ex-URSS vista attraverso le lenti grosse di limonov non cala di tensione nemmeno una pagina e si fa il tifo per un personaggio che non ha niente di condivisibile o di politicamente corretto ma affascina completamente, come fosse quello il suo lavoro primario. l’eroe maledetto che diventa parte dei buoni quando tutto il resto del (suo) mondo è cattivo. si mescolano le immagini che son passate mille volte in tv (caduta del muro, mikhail gorbachev e raissa, boris yeltsin più o meno sbronzo, vladimir putin, i fatti ceceni, beslan, gli oligarchi russi all’arrembaggio…) con gli episodi più privati della sua vita. la vita di limonov è pronta per esser un film.

limonov (1)

non lo conoscevo per niente prima, mai sentito neanche nominare e adesso ho voglia di leggere tutto quello che ha scritto o che -almeno- è stato pubblicato in italia [libro dell’acqua, alet edizioni, 2004; diario di un fallito oppure un quaderno segreto, odradek, 2004; eddy-baby ti amo, salani, 2005; il trionfo della metafisica. memorie di uno scrittore in prigione, salani, 2013].

consigliato fortissimamente agli amanti delle biografie, alle fanciulle in cerca di maschimaschi cattivi che ti ribaltano e ti appendono al muro senza che tu possa nemmeno fare un sospiro di assenso, ai nostalgici, al veterocomunisti, a chi non ha mosso un piede dalla casa in cui è nato e si schierava dalla parte di peppone, a quelli che volevano fare la rivoluzione con la tascapane e l’eschimo ma hanno fatto due figli, si son sposati in chiesa e hanno acceso un mutuo.

eduard-limonov_16-t

Annunci

3 thoughts on “LIMONOV di emmanuel carrère

  1. Pingback: natale. “un libro? grazie non me l’aspettavo”. e poi ti toglie le mutandine. | dida

  2. Pingback: top ten 2013 | dida

  3. Pingback: dida’s awards 2013 | dida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...