zibaldone di luglio col bene che ti voglio

1057655_10151605026048821_254211219_n

stamattina alle 7 e mezza chéri si è svegliato, ha aperto la porta della cucina e immediatamente è entrato in casa il gattone fantastico dei vicini. si è messo sul divano, comodo. io, che non ne volevo saper di tirarmi su dal letto, son schizzata in piedi appena ho sentito il campanellino e chéri che salmodiava. è uno di quei gatti superstar che vorrei tanto avere.
un figottino al micio e poi me ne son tornata a letto. a dormire. piomba. queste giornate sono godute in maniera intensa e solitaria. solo chi ha patito la solitudine poi riesce ad amarla immensamente e goderne ogni secondo. bisognerebbe sapere perché ci ostiniamo a non guarire dalla solitudine, céline pag. 415. ho il privilegio (lo so bene e  non accetto prediche sul mio lavoro perché vi fanculo all’istante: se volevate far la maestra potevate studiare per farla, partecipare al concorso e vincerlo, non è che mi hanno scelta per strada per caso per far ‘sto lavoro!) di potermi prendere tutto il MIO tempo per tutte le MIE cose durante l’estate. leggo, tanto leggo, di tutto leggo, soprattutto in questi giorni roba di food blogger fantastiche, bellissime che poi mi costringono ad andare a cercare la farina di farro e ad accendere il forno per cucinare con 35° fuori. e non mangiare neanche la roba che ne esce eh. mi sto perdendo nelle vite delle altre che si dicono “casalinga per scelta” con delle case da urlo, dove la forchettina del dolce si abbina perfettamente alla mensola del bagno degli ospiti, facendo foto degne della magnum a cose che escono dai loro forni che neanche alain ducasse. parliamone. io farei firma per poter esser “casalinga per scelta” a quelle condizioni. con una visa a portata di mano che non devo preoccuparmi di pagare alla fine del mese e la scelta di obiettivi da montare sulla reflex per trovare il profilo migliore delle costolette di maialino. amo alla follia queste blogger, perfette, stilose con un gusto sopraffino e -per me- inarrivabile, sono meglio di beautiful, però salvatemi perché è un tunnel di cui non vedo ancora l’uscita.
sono proprio queste le letture che mettono in dubbio il diritto di esistenza di questo blog.  

[il tutto credo abbia preso la spinta per bilanciare viaggio al termine della notte, sono a pagina 400 e ce la farò. tanta roba.]

cvd: h 23.15 ho appena infornato un plum cake alle pesche. salvatemi.

Annunci

One thought on “zibaldone di luglio col bene che ti voglio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...