amamiiii alfredoooooo (traviata, arena di verona, 23.7.2013)

arena4pensate alla loretta castorini che in stregata dalla luna va al metropolitan completamente trasformata e con le sopracciglia decespugliate a vedere la bohème, o (purtroppo calza meglio ma io son più stregata dalla luna) alla vivian di pretty woman che, neanche avesse incontrato i topi di cenerentola ma anche si, se ne entra barcollando sui tacchi con un milione di carati addosso e va a veder la traviata, e poi piange. loretta e vivian con un vestito rosso lungo, l’opera e poi l’happy end è garantito. io ci son stata con mio papà, con un tubinetto a quadretti e le perle. e un’ora e mezza di palestra nelle gambe per gratificare natica e scalinata dell’arena. l’opera è un’esperienza, all’arena ancora di più. mi son emozionata mille volte. il libretto l’avevo letto sul kindle, menomale perché o guardi o segui. e io guardo.

arena2

non ne so niente di opera e son lontana anni luce anche solo dalla sfumatura più pallida dell’esser melomane, ma la traviata va vista all’arena. questo allestimento (regia di un argentino) poi è barocco come piace a me con queste cornici gigantesche a contener tutti (cantanti e ballerini) con costumi meravigliosi e il direttore d’orchestra che arrivava correndo ogni volta. qui una recensione seria. la cosa che a me piace è quell’atmosfera di condivisione globale che si sente in queste situazioni: il silenzio assoluto per dar ogni spazio possibile a musica e voci.arena1

il contorno ovviamente è il divertimento più grande: le candeline, i gradoni bollenti fino a notte fonda, i cuscini, i riti che non conoscevo per niente. indispensabile munirsi di buon binocolino -se siete sulle scalinate- per tener sotto controllo la situazione delle prime file. se invece siete nelle prime file strafatevi di prosecco e godetevi l’invidia di quelle che vi guardano con il binocolino. le orchestrali ne sanno, ne sanno alla grandissima, elegantissime nel loro nero che ognuna ha personalizzato e reso unico. con il violino in mano pare sia obbligatorio un tacco12. applausi. nessuna ha sbagliato scarpe. cosa che non si può dire di tutte le signore presenti in platea. il premio va a chi ha scelto la semplicità che è diventata uno chic da manuale (no nella foto e si vede). premio maschiomaschio: un simil poirot in total look burro e papillon rosso, c’est magnifique. vicini di posto: una signora veronese che mi ha raccontato di un’adunata fascista all’arena con il duce e lei una giovane italiana guidata dalla maestra sacco.  arena3

appena vado in pensione: abbonamento all’arena, giri di perle da incrementare, stola di visone che non si sa mai un colpo di arietta e tante ma tante paillettes dello stesso colore dello champagne che un toy-boy avrà cura di non farmi mai mancare.

Annunci

2 thoughts on “amamiiii alfredoooooo (traviata, arena di verona, 23.7.2013)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...