istruzioni per la manutenzione del parquet di will wiles

parquetl’ho preso unicamente per il titolo. oskar, compositore di successo, chiede all’amico londinese -che non vede da tempo- di trasferirsi nel suo appartamento perfetto (in una inqualificabile capitale dell’est europa) durante una sua assenza per badare ai gatti. riempie -letteralmente- ogni angolo della casa di indicazioni e obblighi sul da farsi per la gestione di esseri animati e non. indicazioni che puntualmente non vengono seguite, badate e tantomeno rispettate. le tragedie sono annunciate e arrivano senza ritardo. poche volte mi capita di detestare libri in questo modo, se non mi piacciono li mollo e non li riprendo neanche. questo ha avuto la strafottenza di farsi leggere di corsa fino all’ultima pagina. i due protagonisti sono insopportabili: uno perché obbliga, l’altro perché disattende, entrambi in maniera assoluta. immagino di dover dire che, avendomi trascinata fino all’ultima riga -con grandi salti verso la fine-, sia scritto bene e mi abbia stritolata nell’urgenza ma, alla fine, resta insopportabile e causa di sensazioni fastidiose.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...