stelle, starlet e adorabili frattaglie di gaetano cappelli

stelle starlet e adorabili frattaglie

analisi socio-politica del bel paese. vista dal basso, dove con basso intendo il più luminoso, caldo, appassionato e profondo sud, quello che guarda sotto le gonne e sghignazza con più gioia e sollazzo del guardar dal buco della serratura: che qui non si è nascosto niente. ancora una volta, dopo aver letto gaetano cappelli penso che la mia regione preferita -dopo il mio friuli- sia, a tutti gli effetti, la lucania: la basilicata. questo libro è una grande, rinnovata dichiarazione d’amore per la basilicata vista come potenziale paradiso terrestre ma con tutte le amare noti dolenti della bell’italia. il taglio è, nella migliore tradizione di cappelli, quello di un sarcasmo affilato e travolgente (anzi travolgende) che esclude tinte fosche solo per renderle irresistibilmente piene di sbarluccichii addosso a starlet in cerca di gloria da rinnovare. le stelle sono quelle della guida michelin perché qui si parla di alta altissima cucina e le adorabili frattaglie sono quelle che si meritano di aver appuntate le stelle michelin.

adelchi, unico erede dell’illustre giureconsulto gian canio caraffa d’acquaviva, decide di abbandonare la strada da avvocato prevista dal padre, reale deus ex-machina, per dedicarsi alla nobile arte della cucina. dopo aver spumato ostriche in vapori d’azoto all’odor di violetta con i migliori chef del mondo, torna al borgo natio ed apre la  sognata taverna. rivede i piatti della cucina della tradizione con rinnovato genio. genio riconosciuto dalla clientela locale senza possibilità (ma con potenzialità) di varcar confini regionali finché un notissimo attore internescional con bionda accompagnatrice decide di cenare lì. un video sgranato dei due viene spedito alla rampantissima giornalista della tv locale che, facendo abilmente rimbalzare la soffiata, innesca un godurioso e godereccio tornado che, passando dal grande fratello, alle ambizioni artistiche dei più, alla voglia di miliardi e di diventare grandi dei piccoli politici sempre locali -sempre uguali in umbria, uguali in veneto, uguali in fvg…- ai cuochi delle meraviglie in tv, alla fama che com’è arrivata se ne va e (a volte) ritorna, porta felicemente e inevitabilmente all’happy-end finale con tanto di botti e luminarie.

i nomi di tutti i personaggi sono esaltanti e divertenti e il ghigno diventa addirittura liberatorio una volta che -dietro- riusciamo ad appiccicarci un viso noto del cosiddetto mondo dello spettacolo.

ultime pagine dedicate ad un entusiasmante ricettario con alcune specialità lucane fruibili solo in loco per l’oggettiva difficoltà a reperire gli ingredienti e per la soggettiva incapacità esecutiva che prospettano. dispiace oggi apprendere che sia mancato uno dei cuochi che gaetano cappelli cita: frank rizzuti, unica stella michelin lucana.
per chi ne volesse sapere di più di stelle, michelin e maledizioni presunte e collegate segnalo il perfezionista illuminante e agghiacciante vita di bernard loiseau .

il difetto è che anche sul kindle finisce troppo alla svelta come qualsiasi travolgente emozione. ancora, per togliermi il sassolino dalla scarpa, il cambio di editore ha sacrificato le bellissime copertine a cui ci eravamo abituati.  

per chi non conoscesse ancora gaetano cappelli, punta di diamante appassionato, leggero, elegante e dotato di un’ironia piena di intelligenza fra l’intellighenzia degli italici romanzieri, si leggano: parenti lontani (ancora nei miei primi dieci magnifici libri a distanza di anni),  la vedova, il santo e il segreto del pacchero estremo (nelle stelle c’è anche l’indirizzo per mangiarlo a maratea), storia controversa dell’inarrestabile fortuna del vino aglianico nel mondo (nelle stelle si segnalano cantine da annotarsi), baci a colazione, il primo, romanzo irresistibile della mia vita vera raccontata fin quasi negli ultimi e più straordinari sviluppi. 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...