martini eden a cura di carolina cutolo

Martini-Eden-Nutrimenti-edizioni_main_image_objectvietato leggerlo a chi non ha mai guardato estasiato il barman anzi il bartender di qualche hotel deluxe, di quelli veri. vietato anche a chi non si è mai seduto in qualche posto solo per sapere che gusto ha un martini VERO. vietatissimo a chi non beve, agli astemi, a quelli che neanche assaggiano, che tassativamente non sopportano l’alcool a meno che non sia messo dentro un boero o un mon chéri. pochi intensi racconti centrati sul martini, anche parigi in qualche modo entra -anche qui-, ve li godrete solo se sapete cos’è un martini e in quale bicchiere si deve bere. già conoscevo sapo matteucci per due libri che devono esser presenti in ogni cucina: qb la cucina quanto basta e c’era una vodka (c’è del genio e del martini in quell’uomo) e filippo bologna che si è scoperto con come ho perso la guerra e mi ha fatta sbellicare (prima) e contare sulle sue doti di preveggente (poi) con i pappagalli. gli altri autori scuseranno la mia (riparata, per quel poco che vale) ignoranza. quello che più incuriosisce è nostra signora del martini, che così amabilmente si è fatta circondare da un harem alcoolico che molto le invidio, un po’ mi manca gaetano cappelli che ci sarebbe stato benissimo. fra tutti vorrei bere il martini preparato da carolina. oliva o limone, (variazioni che posson considerarsi epocali ed epiche) il martini almeno una volta nella vita bisogna farselo fare da chi sa. libri come questo mi sollevano dagli obblighi del quotidiano e mi fanno sognare di trovare due orecchini-diamanti (non brillocchi) sul fondo del triangolo cristallino che sta così bene addosso al martini. la scena immediatamente successiva e di me in pronto soccorso a farmi fare lavanda gastrica per recuperare quei due gioielli ingoiati come pastiglie.

visto l’evidente NON esistenza del dio delle maestre (considerata invece la perversione e la persistenza del flauto dolce in ogni aula), ho buone prospettive per avvalorare almeno la presenza di un qualche angelo che mi protegge da un po’ di tempo dai bidoni letterari.

altro libretto letto anni fa mai dire mai ad un martini dry, sulle tracce di luoghi e bar e (ovviamente) di james bond.

vodka_martini_poster_by_natestarke-d5d1nua

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...