F come parigi

IMG_6063IMG_6328IMG_6413IMG_6064IMG_6047IMG_6442

disegno-di-lettera-f-alfabeto-da-colorareF come fiori, ovunque, che mi hanno riempito gli occhi di continuo. che non sono gli stessi che si trovano qua perché da sfondo hanno parigi e gridano eleganza ovunque. fiori anche per entrare al père-lachaise, avvolti in carta semplice e rossi. perché glieli avevo promessi. a monsieur. nei giardini, nei negozi, nei caffé, dappertutto, non sono mai troppi. messi in vasi semplici a farsi guardare. abbandonati sui davanzali chissà da chi, mi hanno raccontato di incontri saltati, di appuntamenti mancati e di delusioni. F come 27, rue fleures dove madame stein riceveva e alice faceva i biscotti e sopravisionava tutto, pur sedendosi con le donne, in parti decentrate rispetto a gertrude, centro di tutto, deus ex-machina in quegli anni.  

IMG_6021IMG_5971IMG_6024IMG_5970IMG_6318IMG_6136IMG_6227

F come flânerie gourmande. avevo tutta una serie di dritte fidatissime su cui poter contare, testate da chi sa. ma non erano mai nei paraggi quando ci servivano. ci siamo seduti al sole, in posti belli, quando un cameriere ci ha sorriso per caso, dove si poteva guardare il flusso delle persone, che qualche volta ha avuto la forma di un flusso di coscienza. ci siamo fidati del naso che da sempre abbiamo per trovare posti dove prima di tutto vogliamo stare bene e non solo mangiare come si deve. sono più propensa a perdonare un mediocre pranzo in un posto delizioso che una grande esperienza gastronomica in un posto empaticamente sterile. delusione maxima au petit fer à cheval, nel marais: ho voluto ostinatamente aspettare che si liberasse un posto sulla strada, vino buono ma atmosfera pessima. si mangia bene ovunque e senza spendere follie, vale sempre la regola ferrea di fuggire a gambe levate da tutti i cacciatori di clienti che offrono il menù a prezzo fisso per strada invitandovi a sedere e di entrare invece al volo dove ci son colletti bianchi in pausa pranzo. il sogno è trovare alta ristorazione nei musei. un posto segreto l’abbiamo provato grazie ad un suggerimento prezioso (a un tiro da notre-dame): foie gras, formaggi, crème brûlée e tutti gli altri comandamenti in mano ad un uomo solo con i super poteri da cuoco, da cameriere calmissimo con la possibilità di dire no a gente che non gli piace e darci mezz’ora (rispetto alla prenotazione) sorridendo complice per andarci a bere un pastis guardando la senna.
F come femen in 20 minuti di delirio, caos, polizia in quantità esagerata e queste incazzatissime femmine fisicatissime e potentissime. chéri si è buttato nel mucchio con i fotoreporter finché la polizia non si è occupata anche di loro. il resto, dida compresa, del pubblico -non pagante- senza nessuna voglia di prenderle se n’è stato buono a cercare di capire, senza peraltro nessun risultato utile.

IMG_6113IMG_6105IMG_6133image credit (femen): chéri

alfabetiere parigino: A B C D E

Annunci

4 thoughts on “F come parigi

  1. Pingback: G come parigi | dida

  2. Pingback: h come parigi | dida

  3. Pingback: i come parigi | dida

  4. Pingback: i come parigi | dida

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...