far flanella a torino [viaggi di sorellanza]

11721779_10153180006903821_1179407118_nci son tornata spinta da mia sorella e chiamata da tamara e tutto quello che si è portata dietro lei. questa volta torino è stato affar di donne. prima torino era al maschile. di donne mie e di donne altrui, grandi e silenziose, piccole e straordinarie, nuove, sconosciute -ma non poi così tanto- che si incontrano perché (quando succede ne son sempre convinta) c’è qualcuno che ci manovra e ci spinge le une contro le altre e BUM, si cade tutte col culo per terra, ci si dà una sistemata, ci si guarda, ah sei tu? e si va a spasso, a mangiare o ci si mette a ber succhi di pesche e carote a chiacchierare come se fosse la colazione abituale, quella.  quella di libri letti, di posti amati, di cose meravigliose che si fanno e si raccontano la mattina appena sveglie senza fretta, così si ha la certezza che la giornata non potrà andare male in nessun caso.

11741761_10153179456998821_1576353123_n11747459_10153179470868821_1698873939_o

tamara de lempicka: mostra aperta fino al 30 agosto (poi a verona dal 16 settembre), se non riuscite a visitarla a palazzo chiablese -allestimento molto piaciuto, organizzato su nuclei definiti: ottimo il percorso delle sue abitazioni- leggetevi la tamara di vanna vinci. c’è che vi mancherà perdervi fra gioielli e chimoni e scoprire i vestiti che dipinge nei suoi quadri, creazioni sartoriali vere, addosso a fortunate madame che potevano permettersi abiti di madelaine vionnet, marcel rochas o de la maison blanche lebouvier, lei in primis. qui la mostra in video. dopo tamara ci siamo buttate anche su modigliani al GAM, mostra meno completa, con pochi pezzi suoi e una gestione museale caotica e inopportuna .. tre biglietti diversi per tre esposizioni in un museo solo? mah… sembrava di giocare a carte.

torino parla dai muri e questo è stato amore a prima vista: grandissimo fabio pante

le mie nazionipoi lo scrigno segreto che è il circolo dei lettori, regalo ineguagliabile, la piola cianci in cui distruggere metodicamente letterati e letteratura azzannando in prestanze primitive la carne cruda e il vitello tonnato, la menabrea sempre alla spina. il museo egizio nuovo, estremamente di moda, ha abbandonato le teche con i vetri vecchi che deformavano nostalgicamente quello che proteggevano. non abbiamo trovato in giro per le sale quel direttore magico, giovane, tanto talentuoso quanto televisivo: christian greco che, in quest’estate di temperature tropicali, fa da contraltare vittorioso al christian grey delle 50 sfumature. 

804569_10153179464413821_1887015861_n

11655577_10153179472308821_627606468_n

e per ultimo vi svelo il segreto. posto incantato dove bussar alla porta solo se siete persone per bene (e se vi piacciono mici, muffin e crumble di pesche appena sfornati).

piolaciaci

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...