il questionario di proust 5.12.2015

il questionario di proust

proust_mad_pinterest

immagine da pinterest.

“Il questionario di Proust è una serie di domande volte a conoscere i gusti e le aspirazioni personali di chi vi risponde. Malgrado la denominazione possa indurre a pensare che sia stato creato da Marcel Proust, il grande scrittore francese si limitò a fornire le proprie risposte. Non si tratta di un test psicologico, poiché non è corredato di interpretazioni di alcun genere; ha il solo scopo di conoscere meglio se stessi e gli altri”. [da wikipedia.it]

questionario difficilissimo. aggiornato qualche volta, senza scadenza. ultimo aggiornamento 5 dicembre 2015

il tratto principale del mio carattere:  indipendente, automunita.

la qualità che desidero in un uomo: che faccia lui, tutto.

la qualità che preferisco in una donna: capire che “ironia” e “sarcasmo” non è solo parole difficili. 

quel che apprezzo di più nei miei amici: il passar da discorsi seri a stronzate in 30 secondi, e viceversa.

il mio principale difetto: dipendere dal giudizio degli altri, anche se adesso meno.

la mia occupazione preferita: correre, cercare di spegnere il cervello,  leggere, fare la maestra.

il mio sogno di felicità: accettare felicemente il definitivo.

quale sarebbe, per me, la più grande disgrazia: la malattia.

quel che vorrei essere: una figa bionda impellicciata ricca e spaziale.

il paese dove vorrei vivere: parigi, venezia, san francisco.

il colore che preferisco: rosso. e anche fuschia. anche insieme.

il fiore che amo: le mie rose, le orchidee che quest’anno ho ucciso, i narcisi che profumano adesso la cucina, detesto le margherite.

l’uccello che preferisco: il tucano.

i miei autori preferiti in prosa: monsieur proust, philip roth, michel houellebecq, andrea camilleri, gaetano cappelli, paul auster

i miei poeti preferiti: sylvia plath, cesare pavese, patrizia cavalli

i miei eroi nella finzione: mr. durcy.

le mie eroine preferite nella finzione: brooke di beautiful, candycandy, lady oscar.

i miei compositori preferiti: manuel agnelli, molto tango. poca musica.

i miei pittori preferiti: picasso su tutti, pollok, espressionisti in blocco.

i miei eroi nella vita reale: truman capote, philippe daverio.

le mie eroine nella storia: peggy guggenheim, dora maar,  coco chanel, kiki de montparnasse, marchesa casati stampa, misia sert.

i miei nomi preferiti: bianca, margherita.

quel che detesto più di tutto: la stupidità più della cattiveria. i capelli sporchi. le gattemorte. i pedanti. i saccenti.

i personaggi storici che disprezzo di più: i distruttori 

l’impresa militare che ammiro di più: l’assedio che mi ha fatto un jazzista

la riforma che apprezzo di più: aver perso dieci chili

il dono di natura che vorrei avere: la bellezza.

come vorrei morire: dormendo, camminando, correndo. di botto.

stato attuale del mio animo: chiuso, come il mio naso.

le colpe che mi ispirano maggiore indulgenza: sperperare denaro.

il mio motto: prendete la vita con leggerezza, che leggerezza non è superficialità, ma planare sulle cose dall’alto, non avere macigni sul cuore. italo calvino.

8 thoughts on “il questionario di proust 5.12.2015

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...